Categories: Cocktails Classici

Princeton cocktail storia e la vera preparazione

Il cocktail Princeton dimostra che non devi sempre mescolare un cocktail. Puoi anche sovrapporlo. In questo caso, Old Tom Gin…

Dicembre 7, 2019 10:07 am

Il cocktail Princeton dimostra che non devi sempre mescolare un cocktail. Puoi anche sovrapporlo. In questo caso, Old Tom Gin e Porto Rosso si incontrano in una relazione molto speciale.
Il cocktail Princeton è caratterizzato dal suo modo speciale di preparazione.

Spesso, il cocktail Princeton è interpretato erroneamente in fonti storiche, e ci sono alcune ricette che possono chiamarsi Cocktail Princeton ma non lo sono. Se mescoli il porto, invece di aggiungerlo al bicchiere degli ospiti, otterrai un “Union League Cocktail”. Questo apparve per la prima volta nel 1913 con Jacques Straub nel suo libro A Complete Manual of Mixed Drinks. Questa differenza è spesso trascurata. Devi solo provare entrambe le varianti per vedere che il cocktail Princeton è più sofisticato e convincente del cocktail Union League.

È sorprendente come un dettaglio così piccolo e insignificante nella preparazione cambi così tanto il risultato. Il cocktail Union League è impeccabile, ma il cocktail Princeton è eccezionale. La stratificazione cambia l’aroma del cocktail mentre si beve, aprendo nuove dimensioni.

Il cocktail Princeton deve essere stato molto popolare intorno all’anno 1900, perché è vicino a Manhattan, Martinis, cocktail di whisky e vermouth.

Il cocktail Princeton è stato apparentemente intitolato alla città di Princeton nel New Jersey, ed è stato realizzato anche negli anni ’30, un collegamento con la Princeton University e la sua squadra di football. Questa idea è ovvia, perché dopo altre università d’élite sono stati nominati drink, come il cocktail Yale e il cocktail Harvard. Entrambi sono elencati nel libro Modern American Drinks 1895 di George J. Kappeler. Questo libro presenta anche il cocktail Princeton per la prima volta.

Ma presumibilmente, il cocktail Princeton non prende il nome dall’università. Anche se è la quarta più antica degli Stati Uniti e accanto a Yale e Harvard le università più prestigiose e più ricche del mondo. Fondato nel 1746 come “College of New Jersey” e trasferito a Princeton nel 1756, non fu rinominato “Princeton University” fino al 1896, dopo che fu rilasciato il Princeton Cocktail.

Unire gin e orange bitter in un mixing-glass. Mescolare bene per 20 secondi e filtrare in un bicchiere da cocktail freddo. Versa il Porto rosso (ben freddo da frigo) delicatamente all’interno del bicchiere, lasciandolo scivolare lungo il lato e sistemarsi sul fondo della bevanda. Twist d’arancia o di limone sulla bevanda, ma non lasciarlo cadere dentro il bicchiere, poiché ciò rovinerà l’effetto visivo.

Andrea Marangio

Consulente, cocktail designer e menù, promotore. Whatsapp: 3480046467 Email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Intervista a Carmelo Buda di Oliva.Co Cocktail Society

Intervista a Carmelo Buda, proprietario e bartender di Oliva.Co Cocktail Society, il Cocktail Bar…

By

Nasce Argintum 925, il Gin dell’Argentario

Argintum 925, il primo “Maritime” Dry Gin Italiano,  un gin per assaporare l’estate tutto…

By

Alessio Giovannesi: La Poderosa cocktail

Ecco a voi un drink di Alessio Giovannesi, nuovo bar manager di Baccano, cocktail…

By

Mattia Corunto: Cheer Me Up

Il barman Mattia Corunto Consulente beverage Nome ricetta Cheer Me Up Storia cocktail –…

By

Giorgio Bargiani: Number 11 Cocktail

 Giorgio Bargiani: Number 11 Cocktail Head Mixologist Connaught Bar Londra Cocktail: Number 11…

By

Differenza tra Oxymel e Shrub

L'abitudine di bere aceto è vecchia quanto l'aceto stesso. I babilonesi, gli egiziani lo…

By

This website uses cookies.