Categories: Cocktails Classici

Queens Park Swizzle cocktail storia e ricetta.

Uno ottimo bar dell'hotel è diventato un'eccezione. Alcuni grandi alberghi esistono ancora in alcune parti del mondo, come l'American Bar…

Ottobre 19, 2019 12:12 am

Uno ottimo bar dell’hotel è diventato un’eccezione. Alcuni grandi alberghi esistono ancora in alcune parti del mondo, come l’American Bar del Savoy di Londra o Bemelmans nel Carlyle di New York City. Eppure è diventata l’eccezione, quando prima era la regola, trovarne la giusta combinazione di sedute comode, design accattivante, luci calde, bevande eccellenti e barman esperti. I bar degli hotel vivevano un’età d’oro e molti sostengono che il Queen’s Park Hotel di Trinidad fosse uno dei più importanti di tutti.

Prima dell’era moderna, delle vacanze in resort all-inclusive o dei viaggi brevi in crociera, Trinidad era un vivace centro di scambi e vacanze di lusso. Il quartiere Queen Savannah Park era il suo centro ricreativo dai colori vivaci, una destinazione festosa per mangiare, bere e ballare tutta la notte. Il Queen´s Park Hotel è stato il protagonista di questo ritiro tropicale, in cui tutti hanno deciso di rimanere.

Un altro componente che rende eccezionale un bar dell’hotel è un fantastico drink d’autore. The Queen’s Park Swizzle, nato lì negli anni ’20, è un mix di rum overproof che il Trader Vic ha pubblicamente affermato nel 1946 come “la più deliziosa forma di anestesia data oggi.” Anche se il quartiere ha perso la sua lucentezza e l’hotel è ormai lontano dagli antichi splendori, questo spettacolare cocktail sopravvive.

Con qualche settimana grigia in più da sfogliare, un drink in stile tiki come il Queen’s Park Swizzle è una gradita distrazione. Presenta rum invecchiato (più alta è la gradazione, meglio è), succo di lime, rich syrup, menta e una salutare quantità d’importazione più famosa di Trinidad, i bitter Angostura. Ingredienti abbastanza semplici, anche se devono essere costruiti nel modo giusto. Non è così complicato come sembra, tuttavia, come ha dimostrato Raymond Edwards, hai solo bisogno di un bicchiere alto, l’alcool, un buon swizzle stick e la volontà di prendersi qualche minuto per rilassarsi e lasciarsi andare.

QUEENS PARK SWIZZLE

6,0 cl rum invecchiato
3,0 cl rich syrup (zucchero 1:1 demerara / turbinado sciolto in acqua nella proporzione 2 di zucchero e 1 di acqua)
3,0 cl di succo di lime
8-12 Foglie di menta fresca
8 dashes Angostura Aromatici

Metodo: In un bicchiere highball, mescolare le foglie di menta fresca nel succo di lime e rich syrup. Riempi il bicchiere con ghiaccio tritato. Versa il rum sul ghiaccio tritato. Inserisci il bastoncino e fai roteare avanti e indietro strofinando la maniglia tra i palmi delle mani, che raffredda uniformemente e diluisce gli ingredienti, facendo roteare la menta attorno al bicchiere. Aggiungi altro ghiaccio tritato appena sopra il bordo del bicchiere, quindi aggiungi gli l’Angostura. Meglio sorseggiato con una cannuccia.

Andrea Marangio

HAI BISOGNO DI UN ESPERTO? Contattaci: Whatsapp: 3480046467 email: supporto@barmanitalia.it Oppure entra nel nostri gruppi WhatsApp

Recent Posts

Naked And Famous storia e ricetta

I nuovi cocktail nascono spesso come riff di vecchi classici, ma la carta genealogica…

By

Spicy Fifty cocktail storia e ricetta

Con un curriculum che vanta esperienza nella creazione di cocktails per presidenti e reali,…

By

Fernandito cocktail storia e ricetta

Fernando, Fernandito, Fefi o semplicemente Fernet e Coca è una bevanda tipica e semplice…

By

Trinidad Sour storia e ricetta

Il Trinidad Sour è stato inventato dal barman newyorkese Giuseppe González al Clover Club…

By

Tipperary cocktail storia e ricetta

La storia dietro questo elegante drink, che è apparso per la prima volta nel…

By

Nuove competenze ambientali per i bartender

Crediamo sia l'ora di imporre un nuovo standard per i barman. Il covid19 che…

By

This website uses cookies.