Categories: Miscelazione

Ricette di cocktail misure in parti

Mentre leggi le ricette dei cocktail, troverai spesso le misure degli ingredienti elencati in once, cl, dash e splash. Questi…

Dicembre 29, 2018 12:19 am
Ricette di cocktail misure in parti

Mentre leggi le ricette dei cocktail, troverai spesso le misure degli ingredienti elencati in once, cl, dash e splash. Questi sono molto semplici da capire e sai cosa fare. Cosa succede quando incontri uno dei tanti cocktail che usano invece il termine “parti”?

La misurazione delle parti è abbastanza semplice. Dovrai semplicemente fare un pò di matematica per fare un ottimo drink. Non preoccuparti, però, non è difficile.

Come misurare le parti
Una parte è una parte uguale. Pensala come una misura del tuo jigger (o di qualunque altro strumento). Essenzialmente, una parte diventerà la tua misura di base e regolerai gli altri ingredienti per mantenere il rapporto.

Ad esempio, se hai bisogno di 1 parte, devi versare un jigger intero. Per 2 1/2 parti, versare due jigger pieni più mezzo. Per 1/2 parte, versa metà jigger.

La chiave è decidere innanzitutto quale parte equivale a quella particolare ricetta. Dopodiché dovrai dividere o moltiplicare.

Una cosa che ti aiuterà a determinare la misura base è la dimensione del tuo cocktail finito. Un bicchiere da martini contiene un volume più piccolo di un bicchiere highball, ad esempio, quindi è necessario sapere qual è il tuo obiettivo prima di versare. Sapendo quanto liquido (e ghiaccio) conserverà il tuo bicchiere, puoi determinare quale dovrebbe essere la tua “1 parte”.

Suggerimento: non sei sicuro di quante once contiene il tuo bicchiere? Il modo più semplice per scoprirlo è misurarlo con l’acqua. Basta versare un jigger di acqua alla volta finché il bicchiere è pieno e tradurlo in once, cl o ml: quattro jigger da 1 1/2 once corrispondono a 6 once. Non dimenticare il ghiaccio, però. Se la tua ricetta richiede ghiaccio, riempilo con il bicchiere, quindi esegui il test dell’acqua perché il ghiaccio riduce in modo significativo il volume di liquido necessario.

La più semplice conversione delle parti
In molte ricette di bevande, puoi semplicemente sostituire la parola “parti” con “once”. Cerca le ricette che contengono 1 1/2 parti o 2 parti per il liquore di base, quindi versa tutti gli ingredienti con le misurazioni fornite.

Personalizzare le dimensioni di un cocktail. Le parti possono anche essere utili quando si desidera aumentare o diminuire il volume di una bevanda senza modificare il rapporto degli ingredienti.

Ogni volta che ti trovi di fronte a una ricetta che usa “parti”, ricorda di iniziare sempre determinando le tue misure di base – la tua “una parte” – quindi prosegui da lì per la giusta proporzione.

Andrea Marangio

Docente per barman, consulente per bar, aperture, cocktail designer e menù, promotore per aziende produttrici. Whatsapp: 3480046467 email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

16 novembre Carpano partecipa a “Il Vermouth di Torino… a Torino”

Milano, 12 novembre 2019 – Come padre e rappresentante storico della categoria, Carpano non…

By

La barlady Selia Bugallo vince Art of Italicus Aperitivo Challenge 2019

La challenge ideata da ITALICUS®, Rosolio di bergamotto, per eleggere il migliore aperitivo ispirato…

By

Tre domande a Gianluca Di Giorgio

Intervista esclusiva per BarmanItalia a Gianluca Di Giorgio, bar manager del Lamo (Milano) Raccontaci…

By

Guida definitiva: come fare un Martini Cocktail.

In questa guida vi elencheremo i punti essenziali per ottenere un Martini Cocktail perfetto.…

By

Vermouth Mulassano storia e uso nei cocktails

I Vermouth Mulassano - come potrebbe rivelare il nome - provengono dall'Italia. Dalla città…

By

Storia della bottiglietta del Campari Soda

Da giovane artista futurista italiano, Fortunato Depero esplodeva di creatività quando, nel 1915, annunciò…

By

This website uses cookies.