Categories: Storia dei cocktails

Robert Vermeire: barman e autore ‘Cocktails: How to Mix Them’

Come barman londinese negli anni '20, Robert Vermeire scrisse un libro a prova del tempo del bere miscelato. 'Cocktails: How…

Ottobre 7, 2019 11:12 pm

Come barman londinese negli anni ’20, Robert Vermeire scrisse un libro a prova del tempo del bere miscelato. ‘Cocktails: How to Mix Them‘, pubblicato nel 1922, include la ricetta originale del Sidecar, tra le altre bevande che offrono un’istantanea dei tempi che furono. Questo libro è notevole è come catalogare gli inventori dei cocktails del passato più richiesti oggi, nei bar di tutto il mondo, conservando queste informazioni storiche per i posteri.

Vermeire era un barman belga che esercitava il suo commercio a Londra durante l’età d’oro europea e poi nel suo paese natale. Il suo libro ebbe molto successo (furono stampate più di 100.000 copie). Tuttavia, si sa molto poco della sua vita. Chi era, quando è nato, quando è morto, non è mai stato del tutto chiaro.

Attraverso una vasta ricerca negli archivi belgi e internazionali, siamo in grado di scoprire di più su questo leggendario barman e scrittore. Robert Vermeire è nato a Knokke nel 1891, ha studiato ospitalità in Germania e si è recato in Inghilterra all’inizio della prima guerra mondiale. Ha lavorato in alcuni dei più prestigiosi bar di Londra. Mentre si trovava nel Regno Unito, sposò un’altra migrante belga (Mathilde Mareel nel 1950) ed ebbe figli (Jean Vermeire e Roger Vermeire).
Nel 1922, proprio quando fu pubblicato il suo libro, decise di tornare a casa e aprire un suo locale dal nome Robert’s. Il bar sarebbe stato piuttosto un’attrazione: i clienti arrivavano dall’Inghilterra per prendere uno dei drink di Robert.

Purtroppo, un incidente nel 1929 si rivelò fatale e Robert dovette chiudere i battenti nel 1930.
Negli anni seguenti, Vermeire si trasferì e lavorò a Bruxelles. Nel 1938, pubblicò un’edizione francese del suo libro e lo chiamò ‘L’art du cocktail’  (L’arte del cocktail) , fu successivamente ristampato una volta. Sfortunatamente, Vermeire attraversò una brutta situazione in Belgio, nel Regno Unito dopo il 1945 e si ritirò formalmente solo nel 1958. Morì nel 1976.

Andrea Marangio

Docente per barman, consulente per bar, aperture, cocktail designer e menù, promotore per aziende produttrici. Whatsapp: 3480046467 email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Emporio Armani Caffè presenta: i nuovi cocktails con cibo in abbinamento

In occasione della Bologna Cocktail Week Emporio Armani Caffè e Ristorante presenta i nuovi…

By

Tre domande a Paolo Manna di Donna Romita – Alcolici&cucina di Napoli

Ciao Paolo, raccontaci brevemente la tua carriera fino ad oggi. Di dove sei? Come…

By

Suffering Bastard cocktail storia e ricetta

La storia del Suffering Bastard è molto interessante non solo riguardo al cocktail, ma anche…

By

Brainstorm Cocktail storia e ricetta

Il Brainstorm Cocktail è uno dei classici del pre-proibizionismo di Hugo Ensslin, pubblicato per…

By

Le differenze tra Cognac e Armagnac

Sorseggiare un bicchiere di distillato francese è un modo semplice e di classe per…

By

Tre domande a Flavio Giamporcaro

Bartender palermitano opero nel settore da circa 12 anni . Ho iniziato questo lavoro…

By

This website uses cookies.