Categories: Prodotti

Rose’s lime juice

Nel 1753, James Lind scoprì che il consumo di agrumi curava le persone affette da scorbuto, una malattia diffusa in…

Gennaio 18, 2019 10:54 pm

Nel 1753, James Lind scoprì che il consumo di agrumi curava le persone affette da scorbuto, una malattia diffusa in tutta la marina. Il capitano James Cook adottò la sua soluzione, una razione giornaliera di succo di limone o lime a tutti i marinai durante i suoi lunghi viaggi di spedizione. Ciò si è rivelato un grande successo con un tasso di mortalità estremamente ridotto.

Alla fine degli anni ’50 del XIX secolo, Lachlan Rose (1829-1885), figlio di un costruttore navale di Leith, costituì un’impresa per il rifornimento delle navi. Tra queste disposizioni, nel 1863, vi era il succo di lime: una merce che ogni nave della marina doveva portare in virtù del Merchant Shipping Act, come protezione contro lo scorbuto in un momento in cui il trasporto di frutta e verdura fresca non era possibile nei lunghi viaggi.

In quel momento il succo di lime era usato esclusivamente per scopi medicinali, ma essendo un astuto uomo d’affari, Lachlan decise di renderlo più adatto al consumo popolare. Addolcì il succo e lo mise in bottiglia trasformandolo in una bevanda nuova e attraente. E così è nato “Rose’s Lime Juice” con il suo caratteristico flacone con foglie di lime.

Nel 1891 la compagnia acquistò la tenuta di Bath e Elmshall in Dominica e trasformò la vecchia fabbrica di zucchero nella lavorazione del lime. Nel 1924 la domanda fu tale che la compagnia stabilì delle piantagioni di lime sulla Gold Coast per integrare le forniture. Un’ulteriore proprietà in Dominica fu acquistata nel 1950.

La maggior parte dei lime viene ora acquistata dal Messico e dal Perù. La produzione britannica e canadese rimane vicina alla ricetta originale, evitando i conservanti artificiali e usando lo zucchero anziché lo sciroppo di mais.

La prossima volta che compri una bottiglia di “Rose’s” ricorda le sue umili origini a Leith.

Andrea marangio

Docente per barman, consulente per bar, aperture, cocktail designer e menù, promotore per aziende produttrici. Whatsapp: 3480046467 email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Stravecchio XO: il cuore del tempo

Milano, 13 novembre 2019 – Fratelli Branca Distillerie presenta Stravecchio Branca XO, il brandy…

By

16 novembre Carpano partecipa a “Il Vermouth di Torino… a Torino”

Milano, 12 novembre 2019 – Come padre e rappresentante storico della categoria, Carpano non…

By

La barlady Selia Bugallo vince Art of Italicus Aperitivo Challenge 2019

La challenge ideata da ITALICUS®, Rosolio di bergamotto, per eleggere il migliore aperitivo ispirato…

By

Tre domande a Gianluca Di Giorgio

Intervista esclusiva per BarmanItalia a Gianluca Di Giorgio, bar manager del Lamo (Milano) Raccontaci…

By

Guida definitiva: come fare un Martini Cocktail.

In questa guida vi elencheremo i punti essenziali per ottenere un Martini Cocktail perfetto.…

By

Vermouth Mulassano storia e uso nei cocktails

I Vermouth Mulassano - come potrebbe rivelare il nome - provengono dall'Italia. Dalla città…

By

This website uses cookies.