Categories: Cocktails Classici

Sawyer Cocktail, storia e ricetta

Agosto 2, 2019 8:07 am

Il Sawyer è venuto alla nostra attenzione attraverso il libro Bitters di Brad-Thomas Parsons. È un’avventura veloce e speziata creata da Don Lee, ex barista del bar Ssäm di Momofuku a New York, e prende il nome dalla figlia di Wiley DuFresne, un famoso gastronomo. La ricetta è notevole e richiede molti bitters – per la precisione 28 dashes – ma ciò che la distingue davvero è la facilità e la giovialità con cui i bitters si combinano. I tre diversi stili si accendono insieme per un intenso scontro di scorza di agrumi e spezie da forno, con sapori fruttati intensi. Il profumo di ginepro colpisce bene il naso, ma il ruolo del gin è secondario. Il finale è quasi interamente amaro, ed è anche il punto in cui la bevanda è più speziata.

 

Come analoghi cocktail ricchi di amari, il Sawyer è un piacere per il cuore. Detto questo, ha una consistenza densa e lattiginosa e una forte tonalità rossa. La versione originale di questa bevanda prevede due versioni di orange bitters: Regans e Fee Brothers. Se li hai, usali, ma questo drink andrà bene anche solo con uno di essi. Usa un gin pulito, quindi cerca un London Dry.

Sawyer la ricetta:

Servire in cocktail glass

Ingredienti e quantità:

6,0 cl gin

1,5 cl succo di lime

1,5 cl sciroppo di zucchero

14 dashes Angostura bitters

7 dashes Peychaud’s bitters

7 dashes orange bitter

Metodo: shaker

Guarnizione nessuna

Andrea Marangio

Consulente, cocktail designer e menù, promotore. Whatsapp: 3480046467 Email: marangio1974@gmail.com