Categories: Il servizio al bar

Significato al bar di neat, up, straight up , straight, on the rocks

Qual è esattamente la differenza tra un drink neat, up, straight up e straight? È una disputa comune tra i…

Maggio 28, 2019 12:36 am

Qual è esattamente la differenza tra un drink neat, up, straight up e straight? È una disputa comune tra i bartenders e come molti altri argomenti da bar, c’è un pò di confusione. Mentre ci sono definizioni accettate per ogni termine, al bar non è proprio così.

Neat
Neat è usato per ordinare una bevanda che viene servita senza ghiaccio o utilizzo di strumenti. È, molto semplicemente, un versamento diretto dalla bottiglia nel bicchiere. Le bevande ordinate vengono servite a temperatura ambiente. È simile alle bevande on the rocks, in quanto la bevanda è progettata per essere sorseggiata lentamente in modo da poter assaporare il gusto non adulterato dello spirito distillato, ma senza la diluizione.

Whisky e brandy sono ordinariamente ordinati neat perché molti bevitori preferiscono berli a temperatura ambiente. Le tequila e le vodka di prima qualità sono ordinariamente servite pure.

Up
Solitamente descrive una bevanda che viene raffreddata dal ghiaccio – agitata o mescolata – e tesa in un bicchiere senza ghiaccio. In genere, queste bevande sono associate a un bicchiere da cocktail e questo lo rende facile da ricordare. Pensa ad esso come se fosse servito in un bicchiere che è sollevato (in alto) da una radice. Up e straight sono spesso usati in modo intercambiabile.

Straight Up
Può portare confusione perché i bevitori lo usano per riferirsi sia alle bevande neat che per le bevande up. Parte di questa confusione risale ai molteplici significati di straight nel bar. Nella maggior parte delle volte si riferiscono alle bevande servite fredde ma senza ghiaccio come il Martini Cocktail

Straight
Qui le cose diventano davvero confuse perché i bevitori lo usano in diversi modi:

Alcuni usano straight quando ordinano degli spiriti più invecchiati. Ad esempio, “bourbon straight” è un ordine comune, anche se tecnicamente sarebbe considerato accurato.

Alcuni usano Straight per significare uno spirito bianco ghiacciato e servito in un bicchiere da cocktail. Un esempio di questo è la vodka fredda in un bicchiere con gambo. Se la vodka fosse diluita con ghiaccio, sarebbe tecnicamente un up. Se, tuttavia, la bottiglia di vodka stessa fosse raffreddata e non venisse aggiunto del ghiaccio, sarebbe neat.

Come accennato, straight può anche riferirsi ad una dose pura di un bicchierino da liquore. Questo può essere tequila, vodka, whisky o anche rum.

Sai cosa stai ordinando
In questo dibattito, è anche importante ricordare che qui stiamo parlando del bar. Data la natura di un ambiente che coinvolge memorie liquide e confuse, spesso non esiste una vera risposta giusta o sbagliata.

Sebbene molte persone accettino le definizioni di cui sopra, la risposta corretta può essere ambigua. Mentre ci sono libri di bartending che fungono da guide attraverso le basi del mixaggio di bevande, non c’è davvero un dizionario definitivo o autorevole per il bar. È un pò come cercare di definire cosa sia un martini e cosa non lo sia o cosa differenza i cocktails dalle bevande composte da più ingredienti.

Alcuni bevitori prendono anche l’abitudine di chiamare un tipo di bevanda con un certo nome. Questo può essere passato attraverso famiglie, amici o la comunità, inoltre troverai anche le preferenze regionali per l’utilizzo di questi termini. Chiamalo come vuoi, è lo stesso drink. Il problema nel bar è che se qualcuno interpreta il tuo ordine nel modo sbagliato, potresti non ottenere esattamente quello che volevi.

Indipendentemente dal lato della discussione su cui ti trovi, se hai uno di questi dibattiti filosofici, potresti trovare difficile convincere l’altra parte. Probabilmente è meglio accettare semplicemente di non essere d’accordo e offrire all’altra persona da bere. Assicurati solo di sapere come gli piace!

Andrea marangio

Consulente, cocktail designer e menù, promotore. Whatsapp: 3480046467 Email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

East London Liquor Company,  il London Dry che sta facendo impazzire Londra

East London Liquor Company riporta dopo oltre un secolo la produzione di Gin nell’East…

By

Dolcificanti artificiali: quali sono e dove li troviamo?

Oggi cercheremo di spiegare l’altra faccia della medaglia dei dolcificanti, quelli artificiali. I dolcificanti…

By

Intervista a Carmelo Buda di Oliva.Co Cocktail Society

Intervista a Carmelo Buda, proprietario e bartender di Oliva.Co Cocktail Society, il Cocktail Bar…

By

Nasce Argintum 925, il Gin dell’Argentario

Argintum 925, il primo “Maritime” Dry Gin Italiano,  un gin per assaporare l’estate tutto…

By

Alessio Giovannesi: La Poderosa cocktail

Ecco a voi un drink di Alessio Giovannesi, nuovo bar manager di Baccano, cocktail…

By

Mattia Corunto: Cheer Me Up

Il barman Mattia Corunto Consulente beverage Nome ricetta Cheer Me Up Storia cocktail –…

By

This website uses cookies.