Categories: La professione

Sii professionale

Ci vuole savuarfer e carisma, insieme a una buona conoscenza, per essere un barman di successo. Questo è uno di…

Giugno 24, 2018 11:11 pm

Ci vuole savuarfer e carisma, insieme a una buona conoscenza, per essere un barman di successo. Questo è uno di quei lavori in cui il tuo successo dipende tanto dalla tua personalità quanto dalle tue capacità dietro il banco.

Tra le altre cose, devi essere un buon barman dal lato tecnico per i cocktails, un punto di riferimento per il cliente, un organizzatore, un cassiere, un amico, uno psichiatra e un pò un maniaco della perfezione. Il servizio clienti è fondamentale perché buona parte delle entrate proviene dalle tips (mance). Ci sono alcune cose da tenere a mente quando si tratta di questa parte del lavoro al bar.

Buona attitudine

Questo è il settore dell’ospitalità, e ogni barman deve ricordarlo. Per avere successo, è necessario mantenere un buon atteggiamento, indipendentemente dalla quantità di ospiti, e trattare ogni cliente allo stesso modo.

Cose semplici come un sorriso e un saluto quando un cliente si siede e ringraziandoli quando se ne vanno possono fare le più grandi differenze.

Mantieni il bar pulito

Molti dei migliori barman sono costantemente puliti e possono fare miracoli per migliorare l’esperienza dei loro clienti.

Usa degli asciugamani puliti per pulire la parte superiore del banco ogni volta che vedi acqua o macchie.
Mantieni la parte posteriore pulita e ordinata, sostituendo sempre le bottiglie mancanti.
Liberati di bicchieri vuoti, involucri, tovaglioli e altri rifiuti non appena li vedi.
Sostituire regolarmente i tovaglioli sul banco.
Queste apparentemente piccole cose fanno una grande impressione. Probabilmente lo sentirai dire anche dal capo, ma è vero: “Se hai tempo per piegarti, hai tempo per pulire”.

Dare suggerimenti

Suggerire delle bevande è una delle cose più importanti, questo farà capire al cliente che ti interessa della sua esperienza. Dopotutto, se conosci un buon drink, perché tenerlo per te?

Se vedi una donna che esamina il menu dei cocktail per cinque minuti, dovresti suggerire qualcosa dal menu.
Quando saluti qualcuno, metti un tovagliolo sul bancone e racconta loro delle bevande speciali del giorno o un cocktail di cui sei entusiasta.
Se hai una persona che prende sempre la stessa cosa, prova a suggerire qualcosa di simile o offri la stessa bevanda con quel nuovo spirito che hai appena inserito in stock.
Otto volte su 10, il cliente seguirà il tuo consiglio perché sei un esperto. Molto spesso i clienti ci dimostrano la loro gratitudine con un consiglio che ti può aiutare a capire dove i vari trend del bere si stanno orientando.

Anticipare tutto

Come barista, devi essere consapevole di tutto ciò che c’è nel tuo bar ed essere preparato anche per l’imprevisto.

Ci sono i limoni e lime?
Hai bisogno di bicchieri puliti o della birra?
Il ghiaccio sta finendo? Lo devi chiedere o prendere prima che sia finito
E i drink al bar? Se vedi che un bicchiere vuoto, chiedi se il cliente ne vuole un altro.
Se anticipi i bisogni del bar, tutto andrà bene e liscio (si spera).

Sii leale

È nella natura umana dare un trattamento preferenziale a una persona piuttosto che un’altra, ma un barman deve abbandonare quell’abitudine. Dovresti mostrare la stessa cura e attenzione a tutti gli ospiti del tuo bar, un vecchio amico e un nuovo arrivato, sempre allo stesso modo. Se ignori una persona, questo rifletterà l’abbandono del cliente.

Essere onesti

Ogni persona che entra dalla porta del tuo bar si affida a te, come un barman di buona esperienza. Una delle cose peggiori che puoi fare è rompere quella fiducia.

La pressione e il sovraccarico di lavoro ti procureranno rapidamente una cattiva reputazione che potrebbe costarti il tuo lavoro o avere un impatto negativo sulle prospettive future. Gonfiare i conti o offrire da bere a un amico è puramente inaccettabile e poco professionale.

Non fissarsi sulle Tips

È vero che nel bar buona parte del reddito proverrà dalle tips. Tuttavia, se sei ossessionato da tutti quelli che ti danno la mancia, allora apparirà sul tuo viso.

Prendi i suggerimenti che ti vengono dati, fai del tuo meglio ogni volta e la paga si sommerà. Alcune persone sono avare e non puoi farci niente. Gli altri clienti sono generosi e possono farti recuperare le mance perse.

Inoltre, non “mendicare” è semplicemente una cattiva etichetta.

Responsabilità

È tua responsabilità assicurarti che tutti quelli che bevono nel tuo bar abbiano l’età legale per farlo. Se hai anche la minima insicurezza, chiedi il loro. È una semplice domanda che ti farà risparmiare un sacco di problemi se sono minorenni.

All’inizio, potresti non pensare che questo sia un problema del servizio clienti, le conseguenze per servire alcolici a un minore sono gravi. Può costare un sacco di soldi a te e al tuo business, e potrebbe farti perdere un posto di lavoro, oltre ad essere una mossa veramente orrenda.
I giovani bevitori si sentiranno spesso offesi da questa richiesta. Contrastare ciò semplicemente spiegando che fa parte del tuo lavoro. Per le persone più grandi che sembrano solo un pò più giovani, questo può spesso essere lusinghiero, specialmente per le donne.

Soprattutto, sii professionale

È importante per te proiettare un atteggiamento e un aspetto professionale. I clienti si fideranno di te e torneranno di nuovo a cercare Te.

Mantenere le conversazioni amichevoli, indossare abiti puliti adatti e mantenere un atteggiamento professionale creerà un ambiente che i clienti e i gestori apprezzeranno allo stesso modo.

Andrea Marangio

Docente per barman, consulente per bar, aperture, cocktail designer e menù, promotore per aziende produttrici. Whatsapp: 3480046467 email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Sherry Cobbler ricetta e storia

Gli anni del 1840 furono un boom per le mitologie americane. L'esperimento democratico del…

By

Lettera / testamento di Gaz Regan dedicata a tutti i Bartenders

  Questa è la lettera / testamento di Gaz Regan dedicata a tutti i…

By

L’Unione Europea approva il disciplinare del Vermouth di Torino

A due anni dalla pubblicazione in Italia, la Commissione Europea ha terminato la valutazione…

By

Le nostre interviste: The Rum e Whisky Day 2019

Domenica 28 e lunedì 29 ottobre si è svolta a Milano, nella location data…

By

Agot: il primo whisky single malt prodotto nei paesi baschi

È il primo whisky single malt spagnolo elaborato in maniera artigianale. Agot è nato…

By

la Sardegna ospita i Campionati Italiani Barman Professionisti

Quinta edizione dell'unica manifestazione che presenta il km zero sia del food che del…

By

This website uses cookies.