Stefano Bussi drink: Don’t give up

 

Mi chiamo Stefano Bussi ho 25 anni e sono un bartender. Appena possibile inizierò la mia nuova avventura al The NoMad a Londra. Prima di ciò però ho calcato i banconi dell’American Bar at The Savoy e del Rivoli Bar at The Ritz sempre qui a Londra. Inoltre collaboro anche ad un progetto interamente basato su cocktail non alcolici chiamato DedYcated.

Vi seguo da molto e questa è una magnifica opportunità per condividere con voi una della mie ricette.

Nome del drink: “Don’t give up”

Descrizione: il drink è ispirato alla tradizione inglese del Gimlet che prevede l’uso di uno spirito seguito da uno sciroppo acidificato, per questo twist io utilizzo un gin (ma può benissimo essere anche un non alcoholic spirit) e poi ho deciso di giocare sull’ acidità utilizzando uno shrub a partire dall’anguria con aceto di vino bianco scorze di limone e foglie di basilico. Per accentuare la carica aromatica del drink utilizzo un paio di drops di soluzione salina preparata con acqua filtrata e un mix di sali, come ultimo ingrediente una goccia di minthe pastille ( crema di menta piperita) che si sposa perfettamente con i vari sentori del drink

Ingredienti e quantità:

40ml di Gin
*20ml di shrub all’anguria
2 drops saline solution
1 dash di Minthe pastille

Preparazione: versiamo tutti gli ingredienti all’interno di un mixing tin o glass e misceliamo fino alla corretta temperatura e diluizione

Bicchiere e garnish: coppetta vintage con chunk di ghiaccio e Coin di limone

*Home made: Per la preparazione dello shrub misuro 200ml di aceto di vino bianco e 70gr di anguria senza buccia, 3 foglie di basilico e 1 scorza di limone. O,2 gr di acido citrico. Lascio in infusione per un paio d’ore dopodiché filtro con un coffee filter. Misuro il totale e aggiungo lo stesso peso in zucchero semplice.