Categories: Storia dei cocktails

Storia del blender

Nel 1922, Stephen Poplawski inventò il blender. Per quelli di voi che non sono mai stati in una cucina o…

Agosto 6, 2018 11:21 pm
Waring Blender

Nel 1922, Stephen Poplawski inventò il blender. Per quelli di voi che non sono mai stati in una cucina o in un bar, un frullatore è un piccolo apparecchio elettrico che ha un contenitore alto e delle lame che tagliano, macinano e passano cibi e bevande.

Blender Patent – 1922
Stephen Poplawski fu il primo a mettere una lama rotante sul fondo di un contenitore. Il suo frullatore per bibite è stato sviluppato per la Arnold Electric Company e ha ricevuto il numero di brevetto US 1480914. È riconoscibile come quello che viene chiamato un frullatore negli Stati Uniti. Ha un contenitore per bevande con un agitatore rotante posizionato su un supporto contenente il motore che aziona le lame. Questo permette alle bevande di essere mescolate sul supporto, quindi il contenitore viene rimosso per versare il contenuto e pulire la base. L’apparecchio è stato progettato per preparare bevande e cocktails.

Nel frattempo, L.H. Hamilton, Chester Beach e Fred Osius formarono la Hamilton Beach Manufacturing Company nel 1910. Diventò ben noto per i loro elettrodomestici da cucina. Fred Osius in seguito iniziò a lavorare su come migliorare il frullatore di Poplawski.

Fred Waring era la fonte finanziaria e la forza del marketing che spinsero Waring Blender sul mercato, ma fu Fred Osius a inventare e brevettare la famosa macchina per la miscelazione nel 1933. Fred Osius sapeva che Fred Waring aveva una predilezione per le nuove invenzioni e Osius aveva bisogno soldi per apportare miglioramenti al suo frullatore.

Fred Waring tuttavia, ha perfezionato la versione originale e ha introdotto questa versione per rivenditori e consumatori, che alla fine è diventato un grande successo. Nel 1936 Fred Waring aveva appena terminato una trasmissione radiofonica al Vanderbilt Theatre di New York, quando Fred Osing, vestito con stravaganti pantaloni a righe, un cappotto spaccato e una cravatta color giallo limone, si avvicinò all’intrattenitore con la sua ultima invenzione. Osius stava cercando qualcuno per finanziare un nuovo mixer che avrebbe “rivoluzionato le abitudini alimentari delle persone”.

Waring era affascinato dal concetto di un mixer come quello descritto da Osius e accettò di sostenere il nuovo prodotto, anche quando il prototipo non funzionò la prima volta. Sei mesi e $ 25.000 dopo, il prototipo non funzionava ancora. Tuttavia, Waring rimase entusiasta e con il suo supporto, i problemi di ingegneria e produzione vennero risolti in tempo per introdurre il nuovo “Miracle Mixer” (come venne chiamato) al National Restaurant Show di Chicago nel 1937. In seguito chiamato “Waring Blendor” e poi nel 1938 l’ortografia fu cambiata in Blender.

Grazie alla promozione da parte di Waring del frullatore alla radio e attraverso un gruppo di cantanti giustamente intitolato “The Waring Blendors”, il frullatore divenne un appuntamento fisso in ristoranti e bar. Non passò molto tempo prima che i consumatori decidessero di aver bisogno anche dei frullatori nelle loro cucine; alla fine, le vendite nei reparti e nei negozi specializzati sono aumentate e il frullatore è diventato un elettrodomestico per i cuochi e barman.

La seconda guerra mondiale interruppe temporaneamente la produzione di frullatori, ma nel 1946 le vendite decollarono quando la domanda dei consumatori crebbe. Sono proseguite le innovazioni di prodotto, con l’introduzione di frullatori e accessori coordinati per frantumare il ghiaccio e il caffè. Negli anni ’50 emergevano continuamente nuovi usi per il frullatore, incluse le applicazioni nei laboratori di ricerca. In effetti, il dott. Jonas Salk ha usato un frullatore Waring con un allegato del contenitore di disperdicazione asettico per sviluppare il suo vaccino contro la poliomielite in grado di salvare la vita.

Fred Waring è morto nel 1984, ma la sua visione di un frullatore di alta qualità sopravvive mentre Waring continua a produrre un’innovativa linea di frullatori ad alte prestazioni per la casa e per uso commerciale.

Andrea Marangio

Bar Manager – Supervisor Bartender – Hotels & Resorts - Classic International Cocktails and Signatures. I work with liquor companies, private and corporate groups to create custom cocktails and menus. marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Tags: genziana

Suze bitter

Nel 1885 Fernand Moureaux ereditò una distilleria di famiglia a Maisons-Alfort. Per salvare la…

By

Come preparare un ottimo Bronx cocktail

Il cocktail Bronx è una semplice variazione di un Perfect Martini che aggiunge il…

By

Guests Complain: Come recuperare da un disastro.

Tutte le attività legate all'ospitalità non riusciranno a servire efficacemente tutti i loro clienti.…

By

Tre domande a Giorgio Vicario

Intervista esclusiva a BarmanItalia a Giorgio Vicario bar manager del Beere&Mangiare di Roma Raccontaci…

By

Panaché e Radler, cocktail con la birra

Origini: Panaché una bevanda popolare francese, è una semplicemente una combinazione di una birra…

By

Pisco peruviano vs cileno: prove d’assaggio con Francesco Guetta

"Dopo il successo della Florence Pisco Week mi sono detto: perché non dedicare una…

By