Categories: Prodotti

Tarquin’s Handcrafted Cornish Dry Gin

Il Tarquin’s Handcrafted Cornish Dry Gin, realizzato da Southwestern Distillery, si presenta con una bottiglia studiata per esaltarne l’artigianalità, numerata…

Gennaio 29, 2015 8:47 am
Il Tarquin’s Handcrafted Cornish Dry Gin, realizzato da Southwestern Distillery, si presenta con una bottiglia studiata per esaltarne l’artigianalità, numerata e firmata a mano, ogni singolo pezzo è curato meticolosamente.

Il Tarquin’s è il primo Gin distillato in Cornovaglia da secoli, in lotti di sole 300 bottiglie, per assicurare la giusta qualità, con alla base un alcol di cereali, è prodotto con una sola distillazione di tutti i “botanici” (Ginepro, semi di coriandolo, buccia di arancia, limone e pompelmo, radici di Angelica, cannella, liquirizia e viole del Devon).
Particolare attenzione infine è data all’acqua usata per finire il Gin, proveniente da una sorgente nei pressi di Boscastle.
Un Gin lanciato da poco sul mercato e che in così poco tempo si è guadagnato una reputazione importante, frutto del lavoro di questa distilleria indipendente.
Al naso si presenta con un buon profumo di ginepro, non eccessivamente forte, per lasciare spazio alle note agrumate. L’assaggio, liscio a temperatura ambiente, conferma che abbiamo di fronte un prodotto di qualità, complesso e morbido, colpisce il sapore che non “brucia”, così è perfetto per il fine pasto in sostituzione di una buona grappa.
Si, siamo consapevoli di questa affermazione forte, ma crediamo che un buon Gin possa ambire a trovare un posto a tavola anche in queste occasioni, per apprezzare la complessità dei sapori, l’accostamento perfetto degli elementi e la qualità di base dell’alcol usato in partenza. Se è vero che il Gin nasce per essere miscelato, che normalmente lo consumiamo insieme a qualcos’altro, per abitudine e storia, è anche vero che quando abbiamo di fronte un prodotto che alza il livello qualitativo, dobbiamo capirne l’essenza.

CARTA D’IDENTITA’
Nome: Tarquin’s Handcrafted Cornish Dry Gin
Origine: Inghilterra(Cornovaglia)
Gradazione alc.: 42% vol.
Botanicals: 12 – ginepro, semi di coriandolo, buccia di arancia, limone, pompelmo, radici di angelica, cannella, liquirizia, viole del Devon e altri.
Note dominanti: note agrumate.
Segni particolari: prodotto artigianale distillato a mano con alambicco a distillazione discontinua. Lotti da 300 bottiglie numerate e firmate a mano.

Andrea Marangio

Consulente per cocktail bar e brand ambassador. marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Storia del protossido di azoto al bar e avvertenze

Sintetizzato dal filosofo e chimico Joseph Priestley nel 1772, il protossido di azoto (E942)…

By

Pink Gin cocktail storia e ricetta

Il cocktail Pink Gin è così chiamato grazie all'Angostura che dona all'ingrediente principale, il…

By

Diego Melorio – Quanto Basta cocktail bar di Lecce

Tra i vicoli del centro storico di Lecce abbiamo incontrato e intervistato Diego Melorio,…

By

The Bearcat cocktail ricetta e storia

The Bearcat Servire in coppetta Ingredienti e quantità: 3,0 cl Pikesville Rye 1,5 cl…

By

Luca Gandolfi un barman a vela

Nel mondo nulla di grande è stato fatto senza passione (G. W. F. Hegel).…

By

Il pairing pizza&cocktail secondo Marco Serri del “Big Easy”

Una serata a metà strada tra mixology e arte bianca, tra cocktail e pizza,…

By