Categories: Merceologia

Trinidad e Tobago rum storia

Per quanto riguarda gli esperti di rum, crediamo che possano essere più appassionati dei sapori di Demerara o della storia…

Gennaio 21, 2020 11:39 pm

Per quanto riguarda gli esperti di rum, crediamo che possano essere più appassionati dei sapori di Demerara o della storia di Cuba, ma escludere Trinidad come un capitolo importante della storia del rum è una vera e propria svista. Trinidad è sempre stata una terra importante per la coltivazione della canna da zucchero, mantenendo la produzione di rum come attività marginale. Alla fine del 18° secolo, sotto il governo britannico, significativi volumi di rum viaggiano in Inghilterra dove vengono mescolati con altri rum della Corona britannica (Barbados, Demerara, Giamaica) e dando vita al “Navy Rum“.

Trinidad e Tobago è composta da due isole principali e numerose isole minori, tutte situate nel Mar dei Caraibi, appena al largo della costa del Venezuela. Il paese è noto per la distillazione del rum, ma probabilmente il prodotto più famoso fatto su queste isole è Angostura Bitters.

Nel mondo degli spiriti, un’altra categoria segna la storia di Trinidad: i bitters. Nel diciannovesimo secolo, la famiglia Siegert sposta la fabbrica di Angostura Bitters al Port of Spain. Dove sarebbero i bartender di tutto il mondo senza l’esistenza di una famiglia prussiana la cui missione era limitare gli effetti della febbre alta sulle truppe di Simon Bolivar? Dopo la prima guerra mondiale, Robert Siegert, nipote del fondatore, inizia a ricercare l’industria del rum: ne deriva una distilleria, che si distingue dalle altre della regione. È una distilleria moderna, frutto di un’attenta ricerca scientifica, che possiede molti più alambicchi a colonne che i tradizionali alambicchi pot stills.

L’economia di Trinidad è stata fermamente supportata dalla produzione di cacao e zucchero, ma queste industrie sono crollate all’inizio del XX secolo e sono state gradualmente sostituite da industrie petrolifere. Lo zucchero viene ancora prodotto sulle isole e viene utilizzato per produrre rum.

La compagnia Angostura produce oltre al bitter una gamma di rum con il proprio marchio, così come rum e liquori con le bandiere Royal Oak, White Oak, Forres Park e Fernandes. Il Caroni Rum, fondato nel 1923 in una vecchia fabbrica di zucchero, era l’altra grande distilleria, ma chiuse nel 2002 (vedi foto sotto).

Ciò ha lasciato Angostura come l’unica distilleria nel paese. Una volta c’erano oltre 50 distillerie, ma la cifra era scesa a otto entro il 1950. Diversi imbottigliatori indipendenti vendono rum dal paese.

Sia Trinidad che Tobago hanno trascorso del tempo sotto il dominio britannico, francese e olandese, ma sono stati unificati come un unico paese nel 1889 come colonia della corona della Gran Bretagna. L’indipendenza fu acquisita nel 1962 e il paese divenne una repubblica nel 1976.

Si ritiene che il nome Tobago sia la fonte etimologica della parola inglese “tobacco”. Ironia della sorte, tuttavia, il tabacco non è oggi un motore economico chiave per l’isola: le economie di scala offerte dalle più grandi piantagioni di Chesapeake negli Stati Uniti orientali hanno diminuito il fascino del tabacco coltivato nelle colonie caraibiche.

Andrea Marangio

Consulente, cocktail designer e menù, promotore. Whatsapp: 3480046467 Email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Dolcificanti artificiali: quali sono e dove li troviamo?

Oggi cercheremo di spiegare l’altra faccia della medaglia dei dolcificanti, quelli artificiali. I dolcificanti…

By

Intervista a Carmelo Buda di Oliva.Co Cocktail Society

Intervista a Carmelo Buda, proprietario e bartender di Oliva.Co Cocktail Society, il Cocktail Bar…

By

Nasce Argintum 925, il Gin dell’Argentario

Argintum 925, il primo “Maritime” Dry Gin Italiano,  un gin per assaporare l’estate tutto…

By

Alessio Giovannesi: La Poderosa cocktail

Ecco a voi un drink di Alessio Giovannesi, nuovo bar manager di Baccano, cocktail…

By

Mattia Corunto: Cheer Me Up

Il barman Mattia Corunto Consulente beverage Nome ricetta Cheer Me Up Storia cocktail –…

By

Giorgio Bargiani: Number 11 Cocktail

 Giorgio Bargiani: Number 11 Cocktail Head Mixologist Connaught Bar Londra Cocktail: Number 11…

By

This website uses cookies.