Categories: Prodotti

Unicum

Un liquore amaro che ripercorre la storia di una famiglia ebrea ungherese. In Ungheria, troverai la bottiglia a forma di…

Luglio 27, 2018 11:18 pm
Unicum

Un liquore amaro che ripercorre la storia di una famiglia ebrea ungherese.

In Ungheria, troverai la bottiglia a forma di globo in ogni bar, ma all’estero, Unicum si trasforma in una miscela esotica che alcuni bevono per osare. Questo liquore amaro quasi nero è costituito da una ricetta top-secret di 40 erbe e spezie. Alcuni amano la sua amarezza a base di erbe, in particolare dopo un pasto come aiuto digestivo, mentre altri ne disprezzano l’intensità.

La storia di Unicum è intrecciata con la storia ungherese e in particolare con la resilienza di una famiglia attraverso la guerra, la persecuzione e gli sconvolgimenti politici. Inizia con un dottor Zwack, il medico reale della corte imperiale asburgica. La leggenda narra che il Dr. Zwack inventò l’amaro nero nel 1790 per aiutare l’indigestione dell’imperatore Giuseppe II. L’imperatore, così soddisfatto del liquore, esclamò, Das ist ein Unikum! (“Questo è unico!”), E il nome è nato.

Gli Zwack, ebrei ungheresi convertiti al cristianesimo nel 1917, costruirono un impero alcolico attorno alla loro bevanda d’autore e mantennero la sua ricetta rigorosamente all’interno della famiglia. Durante la seconda guerra mondiale, il diplomatico svedese Raoul Wallenberg salvò la famiglia dagli dai campi di concentramento, ma gli Zwack non riuscirono a salvare la loro distilleria di Budapest dalle bombe. Per mantenere la produzione in corso, hanno lavorato tra le rovine della fabbrica.

Quando la distilleria fu restaurata, il nuovo regime comunista la confiscò senza compenso nel 1948. La maggior parte degli Zwacks fuggirono negli Stati Uniti, portando con sé la vera ricetta e lasciando allo stato la produzione di un prodotto inferiore.

Dopo che l’Ungheria ha iniziato la sua transizione verso la democrazia, gli Zwacks sono tornati. Riuscirono ad acquistare la distilleria dallo stato negli anni ’90, ripristinando la produzione originale di Unicum, che continua oggi nella loro fabbrica di Budapest.

Se trovi Unicum troppo amaro per i tuoi gusti, prova l’Unicum Szilva, che è fatto invecchiando la bevanda su un letto di prugne secche. Ha un sapore più dolce e va bene anche con il tonico. Il nuovo Unicum Riserva ha un gusto port wine o brandy che è ben diverso dall’originale amaro.

Andrea Marangio

HAI BISOGNO DI UN ESPERTO? Contattaci: Whatsapp: 3480046467 email: supporto@barmanitalia.it Oppure entra nel nostri gruppi WhatsApp

Recent Posts

Apericena a buffet? Addio

Uno dei tanti piccoli cambiamenti che ci attendono, cambiando totalmente il nostro stile di…

By

Naked And Famous storia e ricetta

I nuovi cocktail nascono spesso come riff di vecchi classici, ma la carta genealogica…

By

Spicy Fifty cocktail storia e ricetta

Con un curriculum che vanta esperienza nella creazione di cocktails per presidenti e reali,…

By

Fernandito cocktail storia e ricetta

Fernando, Fernandito, Fefi o semplicemente Fernet e Coca è una bevanda tipica e semplice…

By

Trinidad Sour storia e ricetta

Il Trinidad Sour è stato inventato dal barman newyorkese Giuseppe González al Clover Club…

By

Tipperary cocktail storia e ricetta

La storia dietro questo elegante drink, che è apparso per la prima volta nel…

By

This website uses cookies.