Categories: Prodotti

Vermouth Mulassano storia e uso nei cocktails

I Vermouth Mulassano - come potrebbe rivelare il nome - provengono dall'Italia. Dalla città italiana settentrionale di Torino, la capitale…

Novembre 6, 2019 11:44 pm

I Vermouth Mulassano – come potrebbe rivelare il nome – provengono dall’Italia. Dalla città italiana settentrionale di Torino, la capitale della regione Piemonte, per l’esattezza. E sebbene siano una versione piuttosto nuova nel mercato in forte espansione dei vermouth, i Vermouth Mulassano esistono da molto più tempo. Il Mulassano proviene da un caffè con lo stesso nome di Torino, che è un’istituzione gastronomica della città. Situato in Piazza Castello, il caffè è stato un popolare luogo d’incontro per gli intellettuali dal 1879 e per le persone che adorano godersi il vermouth del caffè. La vecchia ricetta del vermouth Mulassano è del fondatore del caffè Amilcare Mulassano, che ha creato il suo vermouth insieme al mastro distillatore Pietro Bordiga. Ora i proprietari hanno deciso di competere nel mondo emergente dei cocktail.

Ci sono tre bottiglie di vermouth Mulassano: un vermouth rosso, uno bianco classico e uno extra dry. Quando si tratta di vermouth, siamo particolarmente curiosi di sapere come funzionerà come ingrediente per i cocktails classici. Quindi abbiamo usato il vermouth rosso in uno dei nostri preferiti di sempre: il Negroni. Il Vermouth Extra Dry si è fatto strada in un Martini Cocktail e per il Bianco abbiamo deciso di mescolare un “White Negroni” di Wayne Collins con Suze, un liquore amaro a base di radici di genziana (anche se abbiamo cambiato un po’ le quantità). Normalmente useresti Lillet Blanc per un White Negroni, ma oggi, naturalmente, il Mulassano Bianco è il vermouth preferito.

Bene, se scegli di mettere in ordine d’acquisto i vermouth Mulassano, pensiamo che non rimarrai deluso. Sono abbastanza vinosi e hanno mantenuto un certo grado di freschezza oltre alle loro note erbacee. Il Mulassano Rosso non è pesante come ci aspettavamo. Piuttosto impressionante con un abile equilibrio di leggerezza e piccantezza a base di erbe. Il Mulassano Bianco offre una piacevole dolcezza al miele, mentre l’Extra Dry è chiaramente asciutto ma non troppo come tra i rappresentanti più secchi del suo genere.

Nei cocktail è il luogo in cui il vermouth parla veramente. In un Negroni il Mulassano Rosso fa una bella figura, anche se non detronizzerà l’Antica Formula Carpano. Tuttavia, il Negroni viene fornito con un corpo raffinato e una bella dolcezza che contrasta le note amare del Campari. Per il Martini abbiamo optato per 6 cl di Cotswolds Gin e 2 cl di Mulassano Extra Dry e il risultato è stato un rappresentante simpatico e rinfrescante nel suo genere. Per Churchill quello non sarebbe sicuramente stato abbastanza secco

Il Mulassano Bianco, che si fonde armoniosamente con gli altri ingredienti del “White Negroni” di Wayne Collins. La bellissima dolcezza del miele e la sua sottile anima a base di erbe sono la scelta giusta per questa bevanda. Il White Negroni offre un sapore speziato e leggermente amaro, che può essere raccomandato a tutti gli amici del Negroni.

Andrea Marangio

Consulente, cocktail designer e menù, promotore. Whatsapp: 3480046467 Email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Dolcificanti artificiali: quali sono e dove li troviamo?

Oggi cercheremo di spiegare l’altra faccia della medaglia dei dolcificanti, quelli artificiali. I dolcificanti…

By

Intervista a Carmelo Buda di Oliva.Co Cocktail Society

Intervista a Carmelo Buda, proprietario e bartender di Oliva.Co Cocktail Society, il Cocktail Bar…

By

Nasce Argintum 925, il Gin dell’Argentario

Argintum 925, il primo “Maritime” Dry Gin Italiano,  un gin per assaporare l’estate tutto…

By

Alessio Giovannesi: La Poderosa cocktail

Ecco a voi un drink di Alessio Giovannesi, nuovo bar manager di Baccano, cocktail…

By

Mattia Corunto: Cheer Me Up

Il barman Mattia Corunto Consulente beverage Nome ricetta Cheer Me Up Storia cocktail –…

By

Giorgio Bargiani: Number 11 Cocktail

 Giorgio Bargiani: Number 11 Cocktail Head Mixologist Connaught Bar Londra Cocktail: Number 11…

By

This website uses cookies.