Categories: Prodotti

VII Hills gin

VII Hills gin nasce dalla passione di 3 amici-colleghi che sono nel mondo del beverage da più di 15 anni,…

Gennaio 29, 2015 9:09 am
VII Hills gin nasce dalla passione di 3 amici-colleghi che sono nel mondo del beverage da più di 15 anni, dopo aver girato il mondo per lavoro si rincontrano a Londra, lavorando al Mr Fogg’s rinomato locale di Londra quotato Best Bar 2014

da Food&Travel magazine e nominato tra i 50 Best Bar in the World.
Danilo Tersigni, Francesco Medici e Filippo Previero, una volta riuniti dietro ad un bancone, la loro passione per il mondo beverage li ha spinti a creare un qualcosa di unico e di italiano, volevano riempire un buco lasciato nella categoria più importante al mondo con un gin italiano. Dopo diversi, vari e vasti progetti scelsero di creare il primo London Dry Gin italiano distribuito all’estero dopo la distilleria Sarti chiusa negli anni ‘60.
 VII Hills gin è l’essenza italiana distillata dalla millenaria cultura inglese. Usando esclusivamente botanicals utilizzati nell’antica Roma da qui il nome VII Hills (sette colli).
VII Hills è il primo gin ad utilizzare Alexander Roots (una radice trovata da Alessandro Magno) invece che Angelica impiegata in tutti i gin, combinandola con vere e proprie essenze romane ed italiane: cuori di carciofi, salvia, finocchio, sedano, arance rosse, miele ed ovviamente ginepro. All’odore il gin è intenso ma non pungente, con picchi di finocchio e salvia, alla bocca invece arriva cremoso con un esplosione di sapori derivanti da carciofo, ginepro e miele.
Il colore è pulito. Il gin è favoloso da solo, da sorseggiare o anche in un gin-tonic con una fetta di arancia. Il “Perfect Negroni” è il suo cavallo di battaglia, finalmente un negroni tutto italiano… (gin italiano, vermouth italiano e Campari).

CARTA D’IDENTITA’
Nome: VII Hills
Origine: Inghilterra(Cambridge)
Gradazione alc.: 43% vol.
Botanicals: 7 – ginepro, cuori di carciofi, salvia, finocchio, sedano, arance rosse, miele.
Note dominanti: sentori di finocchio, salvia e carciofo.
Segni particolari: nasce da un’idea di 3 barman italiani. Bottiglie numerate e firmate a mano. Utilizza solo botanicals italiani, già utilizzati nell’antica Roma.

Andrea Marangio

Docente per barman, consulente, cocktail designer e menù, promotore per aziende. Whatsapp: 3480046467 email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Gabriele Tammaro ci racconta la sua esperienza al mondiale IBA

Ciao Gabriele, ci racconti brevemente la tua carriera fino ad oggi? Ho iniziato nel…

By

Dry Martini cocktail? Risponde Lucio D’Orsi del Dry Martini Sorrento

Lucio D’Orsi, classe 1979, è oggi l’anima del Majestic Palace Hotel di Sorrento. Lo…

By

Intervista a Marco Macelloni del Franklin 33 di Lucca.

Incontriamo Marco comproprietario del Franklin 33 di Lucca, Marco ci parla della sua esperienza…

By

Intervista a Luca Angeli Bar Manager del Four Seasons Milano

Luca Angeli, cosmopolita per lavoro ma molto attaccato alla sua città di origine, Carrara,…

By

Intervista a Carola Abrate bartender a La Drogheria e Work travel

Ciao Carola, ci racconti brevemente la tua carriera fino ad oggi. Ciao Andrea! innanzitutto,…

By

Cosa sono i Tiki? Carriero Elis esperto internazionale risponde

I Tiki in questo momento sono cocktails sulla bocca di tutti i bartender professionisti,…

By

This website uses cookies.