Categories: Prodotti

Vodka prodotta con il latte di pecora? Sheep Whey Vodka

La Vodka come tutti c’è l‘aspettiamo é a base di patate, uva e cereali, ma come tutti sappiamo, l‘immaginazione umana…

Luglio 9, 2019 10:51 am

La Vodka come tutti c’è l‘aspettiamo é a base di patate, uva e cereali, ma come tutti sappiamo, l‘immaginazione umana non ha limiti. Rayan Hartshorn, un allevatore di pecore della Tasmania in Australia ha prodotto la prima Vodka dal latte di pecora.

Rayan e la sua famiglia proprietari della “Grandvewe Cheeses” hanno sorpreso tutti quando hanno presentato il loro nuovo prodotto: una Vodka prodotta con il latte di pecora (con il siero di latte per essere più precisi).
Nel nostro allevamento in Tasmania dice Diane (la madre di Rayan) abbiamo più o meno 200 pecore da latte le quali producono ognuna circa 80/100 L di latte all’anno. Vendiamo più di 12 prodotti tra: formaggi, mozzarella, yogurt e da poco anche Vodka.

La fattoria, esiste da più di quindici anni dice Ryan “nonostante il lavoro sia sempre in crescita costante i profitti invece sono in calo per via dei costi delle materie prime. Gli allevatori da queste parti fanno spesso molta fatica a far quadrare i conti, è un lavoro duro. Dopo aver tentato e dato il 100% all‘azienda ho pensato che fosse arrivato il momento di farsi da parte e fare qualcosa di nuovo”.

Si è messo a cercare un modo per eliminare gli scarti e minimizzare gli sprechi. In questo caso è il siero del latte al quale dopo la lavorazione per il formaggio viene scartato. ”Comincia così ad informarsi sui vari possibili utilizzi, tra questi c’era una remota possibilità di produrre alcool dal siero. In Irlanda infatti c’era una distilleria che produceva alcool dal latte di mucca. Dopo molte email, la risposta però fu che doveva scoprire da solo come funzionasse il processo. „
Non poteva aspettare, c’era da studiare e provare. Dopo aver comprato un’impianto per la distillazione, ha iniziato a sperimentare. Ogni sera dopo il lavoro nel caseificio si informava su libri, forum, presentazioni e opuscoli che lo potessero aiutare.

Tutto ovviamente è più facile se le basi di partenza per produrre alcol sono cereali, patate, uva… ma qui è diverso, abbiamo soltanto 50L di latte di pecora. Un laboratorio che si occupava delle analisi dei loro formaggi, ha fornito degli enzimi che potevano funzionare come lievito per produrre alcol. Con il latte a disposizione e gli enzimi sembrava tutto risolto, invece, per mesi non si sono visti i risultati sperati.
Trasformare il latte di pecora in Vodka non è un’operazione facile e richiede studio, pratica, tempo e pazienza, tanta pazienza. La reazione alcolica in questo caso avviene grazie al Lattosio, lo zucchero del latte.

Il Lattosio è contenuto in media nel 5% circa del latte dei mammiferi e nel 4,5% nel latte di pecora. Nel nostro organismo grazie all‘enzima lattasi, il Lattosio si separa in glucosio e galattosio.

Come fare però a ricreare le stesse condizioni artificialmente, affinché il Lattosio contenuto nel siero potesse fermentare?

Le operazioni svolte fino a quel momento sembravano corrette però non davano risultati. La madre di Rayan disse che forse stavano usando il siero sbagliato. Alcuni formaggi infatti esauriscono il siero prima di altri lasciando poco spazio agli enzimi di far reazione e la conseguente fermentazione alcolica.

Con il nuovi sieri si cominciarono a vedere delle differenze però i livelli di alcool rimanevano relativamente bassi. Decise così di aumentare di un giorno il processo di distillazione per raggiungere livelli di alcool più adeguati. Il risultato fu però uno spirito puro e morbido al palato.

Dopo opportune modifiche e sperimentazioni, riuscì a produrre una Vodka unica e morbida. Tanto buona che nel 2017 vince Australias Best Vodka e si qualifica tra le 10 Vodke migliori al mondo nella Vodka Awards di Londra dello stesso anno.

80% del siero di latte in Australia non viene utilizzato o viene buttato. Ryan ha trovato un modo per trasformare questo prodotto in Vodka purissima e da poco anche un gin.

Rayan personalizza tutte le sue bottiglie, sono dipinte di nero, disegnate tutte a mano dal Mastro Distillatore che nella preparazione si trasforma in artigiano, la vena dell’artista prevale sulla standardizzazione numerata. Il collo e il tappo sono avvolte in c’era rossa, rendendo ogni bottiglia un‘opera d‘arte unica nel suo genere. Una bottiglia ogni duecento viene dipinta di bianco. Le bottiglie che vengono prodotte a ridosso delle feste di Natale invece sono rosse.

La Sheep Whey Vodka ha avuto così successo che le vendite sono salite del 600%. Dall‘anno della fondazione nel 2015 infatti si sono vendute 720 bottiglie. Mentre nell‘anno successivo cioè 2016 addirittura 4200. Tutto questo ha fruttato a Rayan vari riconoscimenti a livello locale quali: Tasmania Turism Bright Star e Australian Beverage 2017. Oltre a Nominies e vari riconoscimenti a livello internazionale.

Rayan Hartshorn, Romano Levi e Andy Watts sono una categoria di persone che nei limiti vedono possibilità creative infinite. Sono l‘esplosione dell‘idea e la perseveranza degli Artigiani d‘arte Bruta ovvero quell‘arte semplice che si può solo ricavare dalla natura.

Ciò che rende Rayan, Andy e Romano speciali non é solo Il riuscire a trasformare l‘impossibile in realtà ed essere Pionieri laddove molti non vedevano neanche l‘idea, ma il farlo anche nel rispetto della natura. Tutto ciò che viene dalla terra che possa tornare alla terra con attenzione per ambiente e risorse, eliminando sprechi o trasformandoli in qualcosa di nuovo.

Rayan dev‘essere fonte di ispirazione per una generazione futura di imprenditori che oltre a creare utile hanno l‘obbligo morale di farlo rispettando l‘ambiente e la natura. Magari riuscendo a vedere opportunità laddove altri vedono spreco e limiti, dando libero sfogo all‘immaginazione.

mirfand rustemaj

Appassionato delle materie prime e distillazione Mirfand Rustemaj si reputa un uomo di altri tempi. Appassionato di frutta e del frutto del lavoro, continuando una tradizione familiare di tre generazioni. Il risultato é una grappa forte e verace

Recent Posts

Sherry Cobbler ricetta e storia

Gli anni del 1840 furono un boom per le mitologie americane. L'esperimento democratico del…

By

Lettera / testamento di Gaz Regan dedicata a tutti i Bartenders

  Questa è la lettera / testamento di Gaz Regan dedicata a tutti i…

By

L’Unione Europea approva il disciplinare del Vermouth di Torino

A due anni dalla pubblicazione in Italia, la Commissione Europea ha terminato la valutazione…

By

Le nostre interviste: The Rum e Whisky Day 2019

Domenica 28 e lunedì 29 ottobre si è svolta a Milano, nella location data…

By

Agot: il primo whisky single malt prodotto nei paesi baschi

È il primo whisky single malt spagnolo elaborato in maniera artigianale. Agot è nato…

By

la Sardegna ospita i Campionati Italiani Barman Professionisti

Quinta edizione dell'unica manifestazione che presenta il km zero sia del food che del…

By

This website uses cookies.