Categories: Cocktails Classici

Woo Woo

Servire: Old-fashioned Ingredienti e quantità: 4.5 cl Vodka 2.0 cl Peachtree 7.5 cl cranberry Guarnizione: spicchio di lime Metodo: Build…

Marzo 5, 2019 11:13 pm

Servire: Old-fashioned

Ingredienti e quantità:

4.5 cl Vodka
2.0 cl Peachtree
7.5 cl cranberry

Guarnizione: spicchio di lime

Metodo: Build over ice

Commento: Una bevanda audace e sfacciata, non per tutti i gusti, questo cocktail dal sapore di vodka e frutta può essere un successo sorprendente, purché sia ​​fatto come lo descriviamo qui.

Storia: Sorto da un desiderio dei barman alla fine degli anni ’70 per voltare le spalle a tutta la pesante tradizione di Cocktails come Manhattans, Slings e Sazeracs, il Woo Woo è un cocktail semplice e vistoso che ha bilanciato i sapori di frutta in agrodolce – pesca e mirtillo rosso – su un base di vodka. Il Woo Woo rispecchia perfettamente la sua epoca – quel breve periodo in cui i nomi dei cocktail daft non erano nemmeno un’opzione, ma una necessità. Abbiamo avuto Sex on the Beach, Fuzzy Navel e Mudslide, tutti classici del culto che alcuni barman stanno celebrando ancora oggi. E ci sono occasioni in cui il cocktail Woo Woo colpisce davvero nel segno – barbecue, feste in case e quei momenti divertenti con gli amici. Alcuni servono il cocktail Woo Woo in un bicchiere Old Fashioned ma un highball sembra adattarsi meglio alla natura di questa bevanda. Probabilmente è stato creato dai barman sulla costa occidentale, ma nessuno lo sa per certo. Forse hanno paura di spaventarsi, ma non dovrebbero esserlo – il cocktail Woo Woo è un mix divertente e audace.

Andrea Marangio

Consulente, cocktail designer e menù, promotore. Whatsapp: 3480046467 Email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Ago Perrone e Giorgio Bargiani svelano la nuova cocktail list del Connaught Bar di Londra

Dopo la tanto attesa riapertura di settembre 2020 e l’annuncio della vittoria di Best…

By

Intervista a Elena Montomoli, barmanager di Casa Minghetti a Bologna

Intervista a Elena Montomoli, barmanager di Casa Minghetti a Bologna e la sua drink…

By

East London Liquor Company,  il London Dry che sta facendo impazzire Londra

East London Liquor Company riporta dopo oltre un secolo la produzione di Gin nell’East…

By

Dolcificanti artificiali: quali sono e dove li troviamo?

Oggi cercheremo di spiegare l’altra faccia della medaglia dei dolcificanti, quelli artificiali. I dolcificanti…

By

Intervista a Carmelo Buda di Oliva.Co Cocktail Society

Intervista a Carmelo Buda, proprietario e bartender di Oliva.Co Cocktail Society, il Cocktail Bar…

By

Nasce Argintum 925, il Gin dell’Argentario

Argintum 925, il primo “Maritime” Dry Gin Italiano,  un gin per assaporare l’estate tutto…

By