Categories: La professione

Wow Factor

Come si ottiene il WOW FACTOR? La risposta a questa domanda varia da luogo a luogo e da persona a…

Febbraio 23, 2015 2:12 pm
Wow Factor

Come si ottiene il WOW FACTOR? La risposta a questa domanda varia da luogo a luogo e da persona a persona. Abbiamo voluto capire meglio cosa ci vuole per ottenere e mantenere il “fattore WOW” e un buon business redditizio.

Per arrivare al fattore wow, dovete prima capire che cosa si intende per “wow”. Per illustrare il fattore wow. Michael Hyatt autore di numerosi libri, Hyatt Ci ha parlato di una sua esperienza in un negozio Apple. C’era qualcosa che non funzionava con il suo computer, e lo lasciò al Genius Bar per alcuni lavori di riparazione. Quando è tornato a prenderlo, è stato accolto con una bella sorpresa. «Ho sistemato la riparazione e ho anche notato che uno dei tasti della tastiera sporgeva,”, ha detto il dipendente Apple. “Così sono andato avanti e ho sostituito tutta la tastiera senza alcun costo.” Cosa pensate sia stata la risposta di Hyatt?

“Wow. Grazie. ”

Wow si crea quando si superano le aspettative dei clienti. Non solo soddisfiamo quello che il cliente ci ha chiesto ma abbiamo fatto quel qualcosa in più che il cliente non si sarebbe mai aspettato di ricevere, il clienti saranno impressionati e molto probabilmente motivati a condividere le loro esperienze positive con i loro amici e familiari.

Arrivare al Wow

Per dare ai vostri clienti il fattore wow, dovete prima creare un elenco delle loro aspettative. Quali sono i clienti che pagano per? Che cosa si aspettano in cambio dei loro soldi?
Quindi, voi e il vostro personale dovreste  pensare a modi per migliorare l’esperienza e renderla indimenticabile. Che cosa si può fare per sorprendere i vostri clienti? Che cosa trasformerà i vostri clienti nei vostri ambasciatori del marchio?

Il fattore wow non è limitato a un reparto all’interno della vostra azienda. Ogni reparto può creare modi per superare le aspettative dei clienti interni ed esterni a modo suo.

Prima di tutto bisogna annotare ciò che i clienti si aspettano e quindi è necessario trovare modi creativi è possibili per superare tali aspettative. Non sarà facile da fare – altrimenti tutti sarebbero in grado di farlo – ma può essere fatto.

Andrea Marangio

Consulente, cocktail designer e menù, promotore. Whatsapp: 3480046467 Email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

East London Liquor Company,  il London Dry che sta facendo impazzire Londra

East London Liquor Company riporta dopo oltre un secolo la produzione di Gin nell’East…

By

Dolcificanti artificiali: quali sono e dove li troviamo?

Oggi cercheremo di spiegare l’altra faccia della medaglia dei dolcificanti, quelli artificiali. I dolcificanti…

By

Intervista a Carmelo Buda di Oliva.Co Cocktail Society

Intervista a Carmelo Buda, proprietario e bartender di Oliva.Co Cocktail Society, il Cocktail Bar…

By

Nasce Argintum 925, il Gin dell’Argentario

Argintum 925, il primo “Maritime” Dry Gin Italiano,  un gin per assaporare l’estate tutto…

By

Alessio Giovannesi: La Poderosa cocktail

Ecco a voi un drink di Alessio Giovannesi, nuovo bar manager di Baccano, cocktail…

By

Mattia Corunto: Cheer Me Up

Il barman Mattia Corunto Consulente beverage Nome ricetta Cheer Me Up Storia cocktail –…

By

This website uses cookies.