Categories: Cocktails Classici

Canchánchara il cocktail di Cuba – storia e ricetta

Nato dalla lotta, fatto di ingredienti umili, ma fornendo un'inaspettata leggerezza, il Canchánchara mette in luce il cuore e lo…

Novembre 28, 2019 12:28 am

Nato dalla lotta, fatto di ingredienti umili, ma fornendo un’inaspettata leggerezza, il Canchánchara mette in luce il cuore e lo spirito del popolo cubano.

Il Canchánchara è un cocktail cubano corroborante della città coloniale di Trinidad. La ricetta richiede rum, lime, miele, acqua e ghiaccio. Inventato dai guerriglieri durante la Guerra dei 10 anni di indipendenza cubana, il Canchánchara è considerato il cocktail più antico di Cuba. Anche se molte persone credono che sia originario di Trinidad (Cuba), è stato inventato nella regione orientale dell’isola durante periodo delle guerre di indipendenza contro la Spagna.

Si dice che La Canchánchara fosse una vecchia bevanda preparata dai mambis (soldati guerriglieri), dove mescolavano brandy con miele e qualsiasi altro agrume che trovavano a portata di mano. Serviva per resistere al freddo del manigua e per contrastare, in una certa misura, le conseguenze delle cariche con i machete. La miscela di ingredienti forti ha permesso loro di scaldarsi e proteggersi da varie patologie respiratorie.

Dopo diversi secoli dalla sua creazione, nessuno sa con certezza chi abbia messo quel nome nella bevanda, che costituisce il cubanesimo,  e non compare neanche nel dizionario della vera Accademia di lingua spagnola.

I narratori orali hanno trasmesso di generazione in generazione la conoscenza degli ingredienti e delle modalità di preparazione. Il Canchánchara ha subito la variazione del ghiaccio per raffreddare la bevanda. Ora, i suoi ingredienti sono: miele, limone, aguardiente, ghiaccio e acqua. Questa bevanda è diventata un simbolo dell’antico villaggio di Trinidad.

La ricetta.

Servire in tazza di terracotta

Ingredienti e quantità:

6 cl aguardiente / rum
2 cucchiai di miele
1 cucchiaino di succo di limone
ghiaccio

Metodo: Mescola bene il succo di miele e limone in un bicchiere. Aggiungi il aguardiente e il ghiaccio.

Andrea Marangio

Docente per barman, consulente, cocktail designer e menù, promotore per aziende. Whatsapp: 3480046467 email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Gabriele Tammaro ci racconta la sua esperienza al mondiale IBA

Ciao Gabriele, ci racconti brevemente la tua carriera fino ad oggi? Ho iniziato nel…

By

Dry Martini cocktail? Risponde Lucio D’Orsi del Dry Martini Sorrento

Lucio D’Orsi, classe 1979, è oggi l’anima del Majestic Palace Hotel di Sorrento. Lo…

By

Intervista a Marco Macelloni del Franklin 33 di Lucca.

Incontriamo Marco comproprietario del Franklin 33 di Lucca, Marco ci parla della sua esperienza…

By

Intervista a Luca Angeli Bar Manager del Four Seasons Milano

Luca Angeli, cosmopolita per lavoro ma molto attaccato alla sua città di origine, Carrara,…

By

Intervista a Carola Abrate bartender a La Drogheria e Work travel

Ciao Carola, ci racconti brevemente la tua carriera fino ad oggi. Ciao Andrea! innanzitutto,…

By

Cosa sono i Tiki? Carriero Elis esperto internazionale risponde

I Tiki in questo momento sono cocktails sulla bocca di tutti i bartender professionisti,…

By

This website uses cookies.