Categories: Cocktails Classici

Cocktail Champagne (originale) ricette

Le origini dello Cocktail Champagne si perdono nelle nebbie del tempo del bartending, la prima menzione scritta del Cocktail Champagne…

Febbraio 21, 2020 10:20 am

Le origini dello Cocktail Champagne si perdono nelle nebbie del tempo del bartending, la prima menzione scritta del Cocktail Champagne appare nel “Panama nel 1855″. Un resoconto della Panama Rail-road, delle città di Panama e Aspinwall con spruzzi di vita e personaggi di Robert Tomes”. Pubblicato nel 1855 a New York da Harper & Brothers.

A pagina 61, Tomes scrive: “Professo la convinzione che bere champagne cocktail prima di colazione e fumare quaranta sigari ogni giorno, sia un godimento immoderato delle cose buone di questo mondo”. Nella pagina seguente continua descrivendo in dettaglio in che modo viene prodotto uno Champagne Cocktail:

Questo è il è risultato:

Sciroppo di zucchero
Angostura
Champagne

Bicchiere tumbler

Metodo: costruzione su ghiaccio crushed ice

Il resoconto è interessante in quanto non solo dimostra che i cocktail champagne venivano preparati e conosciuti prima del 1855, ma mostra anche che la bevanda era originariamente servita in un bicchiere su ghiaccio tritato e prodotto con amari aromatici, sciroppo di zucchero e champagne. È interessante notare che non vi è alcuna menzione di brandy – cognac o altro.

La versioni più vicine a noi:

The World’s Drinks and How to Mix Them di William Boothby (1908)

Saturare un cubetto di zucchero con cinque o sei gocce di bitter Angostura, mettere lo zucchero in un bicchiere di champagne con una pinza da zucchero, riempire il bicchiere con champagne freddo e servire. Non mescolare o decorare mai questa bevanda. ”

The Ideal Bartender di Tom Bullock (1917)
“1 cubo di zucchero in un bicchiere alto e sottile.
1 piccolo cubetto di ghiaccio.
2 dashes Angostura Bitters.
twist di limone
Riempi con Champagne.
Mescola e servi “.

The Savoy Cocktail Book di Harry Craddock (1930)
“Metti in un bicchiere da vino una zolletta di zucchero e saturalo con Angostura Bitters. Dopo aver aggiunto a questa 1 cubetto di ghiaccio, riempi il bicchiere di Champagne, twist di limone e servi con una fetta d’arancia.”

The Old Waldorf-Astoria Bar Book di Albert Stevens Crockett (1935)
“Un cubetto di zucchero
Due dashes Angostura Bitters
Scorza di limone
Riempi il bicchiere con lo Champagne ghiacciato ”

Cafe Royal Cocktail Book di W. J. Tarling (1937)
“Metti in un bicchiere da vino 1 cubetto di zucchero e saturalo con Angostura Bitters. Dopo aver aggiunto a questo 1 cubetto di ghiaccio e ½ fetta d’arancia, riempi il bicchiere di Champagne, twist di limone. Un pizzico di brandy come richiesto.”

Andrea Marangio

Consulente, cocktail designer e menù, promotore. Whatsapp: 3480046467 Email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Dolcificanti artificiali: quali sono e dove li troviamo?

Oggi cercheremo di spiegare l’altra faccia della medaglia dei dolcificanti, quelli artificiali. I dolcificanti…

By

Intervista a Carmelo Buda di Oliva.Co Cocktail Society

Intervista a Carmelo Buda, proprietario e bartender di Oliva.Co Cocktail Society, il Cocktail Bar…

By

Nasce Argintum 925, il Gin dell’Argentario

Argintum 925, il primo “Maritime” Dry Gin Italiano,  un gin per assaporare l’estate tutto…

By

Alessio Giovannesi: La Poderosa cocktail

Ecco a voi un drink di Alessio Giovannesi, nuovo bar manager di Baccano, cocktail…

By

Mattia Corunto: Cheer Me Up

Il barman Mattia Corunto Consulente beverage Nome ricetta Cheer Me Up Storia cocktail –…

By

Giorgio Bargiani: Number 11 Cocktail

 Giorgio Bargiani: Number 11 Cocktail Head Mixologist Connaught Bar Londra Cocktail: Number 11…

By

This website uses cookies.