Categories: Storia dei cocktails

Negroni- 100 anni di vita del dell’iconico cocktail

La Negroni Week 2019 si svolgerà dal 24 al 30 giugno 2019 e celebra una pietra miliare dei cocktails il…

Giugno 24, 2019 8:36 am

La Negroni Week 2019 si svolgerà dal 24 al 30 giugno 2019 e celebra una pietra miliare dei cocktails il Negroni– 100 anni di vita del dell’iconico cocktail.

La Negroni Week è tornata quest’anno con un big bang, e per una buona ragione: è un intero secolo dalla sua invenzione. La leggenda narra che il conte Camillo Negroni avesse chiesto al barman Fosco Scarselli nel suo bar preferito (Caffè Casoni in via de’ Tornabuoni, poi diventato caffè Giacosa) di rendere il suo Americano più forte sostituendo la soda con il gin, creando così il cocktail che tutti conosciamo oggi come Negroni. Ci sono innumerevoli resoconti degni di nota di persone che apprezzano questa bevanda.

Picchi riferisce che in uno scambio epistolare tra Camillo Negroni e il mercante d’antiquariato londinese Mr. Francis Harper, dove viene trovato un saggio suggerimento: “Non devi prendere più di 20 Negroni in un giorno”. Mentre, secondo Picchi, i bicchieri usati allora per servire i Negroni dovevano essere considerevolmente più piccoli, questo tuttavia sembra un consiglio saggio.”

La Negroni Week è iniziata nel maggio 2013 promossa da Imbibe Magazine e presentata da Campari, la Negroni Week di quest’anno è la settima edizione. Ma la Negroni Week è più che bere un Negroni; un’iniziativa mondiale che coinvolge cocktail bar e mixologist, contribuendo nel contempo a raccogliere fondi per beneficenza. Il conte Negroni ne sarebbe stato orgoglioso.

“Campari è lieta di essere lo sponsor presentatore della Negroni Week, ancora una volta in partnership con Imbibe per riunire il mondo per una buona causa, brindando al contempo con un Negroni”, afferma Andrea Neri, Managing Director, Italian Icons, Gruppo Campari. “Abbiamo visto il successo della nostra iniziativa crescere così velocemente e non vedo l’ora di vedere cosa ha in serbo il 2019. È un anno speciale per Campari, mentre celebriamo i 100 anni di storia “.

Il primo Negroni è stato realizzato con Vermouth Cinzano rosso Campari e Gordon’s Gin . Per quanto sia longevo e amato, ci sono state variazioni nel tempo. A Roma, nel 1950, l’anno del Giubileo, il barman dell’Excelsior Hotel decise di dedicare un cocktail a un cardinale che scelse quel posto per il suo aperitivo. Ispirato dal colore del suo “Vestito” ha inventato una variante: ha sostituito vermouth rosso per il Dry e “The Cardinal” è nato. Negli anni ’70 arrivò il Negroni Sbagliato, in cui la bevanda fu “alleggerita” sostituendo il vino spumante con il gin. In effetti, il barman di Milano in quel periodo scambiò una bottiglia con un’altra e pensò che stava versando il gin, aggiunse il brut. Piaceva a coloro che erano presenti e ha preso piede. In Inghilterra è chiamato Negroni Mistaken e nei paesi di lingua spagnola, Negroni Equivocado.

Poi c’è il Negroski con la vodka al posto del gin. Il Western Style Negroni con Wild Turkey bourbon al posto del gin, guarnito con gocce di cioccolato amaro. Fortunatamente, il conte Negroni non è presente per testimoniarlo.

Andrea Marangio

Consulente per cocktail bar e brand ambassador. marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Storia del sifone seltz

Il sifone della soda, o bottiglia di seltzer - è un recipiente a pressione…

By

Storia del protossido di azoto al bar e avvertenze

Sintetizzato dal filosofo e chimico Joseph Priestley nel 1772, il protossido di azoto (E942)…

By

Pink Gin cocktail storia e ricetta

Il cocktail Pink Gin è così chiamato grazie all'Angostura che dona all'ingrediente principale, il…

By

Diego Melorio – Quanto Basta cocktail bar di Lecce

Tra i vicoli del centro storico di Lecce abbiamo incontrato e intervistato Diego Melorio,…

By

The Bearcat cocktail ricetta e storia

The Bearcat Servire in coppetta Ingredienti e quantità: 3,0 cl Pikesville Rye 1,5 cl…

By

Luca Gandolfi un barman a vela

Nel mondo nulla di grande è stato fatto senza passione (G. W. F. Hegel).…

By