Categories: Cocktails I.B.A.

SAZERAC

Cocktail I.B.A. (International Bartenders Association) del 2011SAZERAC 
After Dinner 5 cl Cognac1 cl Assenzio1 zolletta di zucchero2 dash di bitter…

Aprile 6, 2012 8:35 am

Cocktail I.B.A. (International Bartenders Association) del 2011
SAZERAC 
After Dinner

5 cl Cognac
1 cl Assenzio
1 zolletta di zucchero
2 dash di bitter Peychaud
Bagnare un old fashion con l’assenzio, aggiungere ghiaccio tritato e metterlo da parte.
Mescolare gli altri ingredienti con ghiaccio e mettere da parte.
Eliminare il ghiaccio e l’assenzio in eccesso dal old fashion, versare la bevanda nel bicchiere (aromatizzato dall’assenzio) con ghiaccio. Aggiungere la buccia di limone per guarnire.
Nota: La ricetta originale è cambiata dopo la guerra civile americana, whisky di segale sostituito cognac.

Il sapore caratteristico di questo cocktail di New Orleans fa affidamento su un ingrediente essenziale: Peychaud’s aromatic bitters creati da Antoine Amédée Peychaud. La sua storia inizia nel 1795 quando arriva a New Orleans come rifugiato, dopo che suo padre fu costretto a fuggire nell’isola di San Domingo, dove la sua famiglia possedeva una piantagione di caffè, dopo che gli schiavi si ribellarono.

Antoine è cresciuto fino a diventare un farmacista e comprò il proprio negozio di spezie al 437 Rue Royale (allora No. 123 Royal Street) nel 1834. Qui creò un ‘American Cordial Aromatic Bitter, commercializzato come tonico medicinale. Tali pozioni erano in voga all’epoca. Antoine serviva i suoi bitters mescolati con brandy e altri liquori.

Antoine Peychaud pubblicizzava i suoi bitters nei giornali locali e in molti bar di New Orleans. Nel Coffee House Sazerac al 13 di Exchange Alley, di proprietà di John B. Schiller, anche l’agente locale per una società di cognac francese ‘Sazerac-du-Forge et Fils’ di Limoges. È stato qui, tra il 1850 e il 1859, che un barista chiamato Leon Lamothe si pensa di aver creato il Sazerac, probabilmente utilizzando Peychaud di bitter, cognac Sazerac e zucchero.

Un decennio più tardi, uno Thomas H Handy ha assunto la coffee house e nello stesso periodo, Antoine Peychaud cadde su tempi duri costretto a vendere il suo negozio di farmacia, con la formula e il nome del marchio dei suoi bitters.

Una combinazione di fillossera (che devastarono i vigneti francesi) e la guerra civile americana, ha costretto a cambiare la ricetta del cocktail della casa del bar ormai consolidata. Ha ancora utilizzato tutti gli importanti Peychaud’s aromatic bitters, ma sostituito il cognac dal Maryland Rye Whisky Club, conservando un pò di cognac e l’aggiunta di una spruzzata di assenzio.

Il Sazerac è stato ulteriormente adattato nel 1912, quando l’assenzio è stato vietato negli Stati Uniti quindi sostituito con Herbsaint Liqueur della Louisiana.

Andrea Marangio

Consulente per cocktail bar e brand ambassador. marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Tre domande a Pietro Privitera

Pietro Privitera - Head Bartender al Belmond Villa Sant'Andrea – Taormina, ci racconta la…

By

Roma Bar Show 23 e 24 settembre 2019

Si terrà a Roma,lunedì 23 e martedì 24 settembre 2019, presso il Palazzo dei…

By

Golden Dawn cocktail storia e ricetta

Il primo concorso internazionale di cocktail si tenne a Londra nel 1930, mentre gli…

By

Dal Post proibizionismo Americano ad oggi

Per i bartenders, in particolare quelli che comprendono l'impatto significativo che il proibizionismo ha…

By

Amaro Ramazzotti la storia

Bitter. La parola significa "amaro" in italiano. Ma è anche il nome di un…

By

Tre domande a Giulia Castellucci

Intervista esclusiva per Barmanitalia a Giulia Castellucci, bar manager e comproprietaria di Co.So Cocktail…

By

This website uses cookies.