Categories: Prodotti

Irish Mist Liqueur

Irish Mist Liqueur è un whiskey irlandese prodotto a Dublino, Irlanda. Non è uno dei liquori più comuni che si…

Aprile 9, 2018 9:55 pm

Irish Mist Liqueur è un whiskey irlandese prodotto a Dublino, Irlanda. Non è uno dei liquori più comuni che si trovano nei bar, tuttavia ha un sapore davvero unico che può essere mescolato in molte combinazioni per creare bevande deliziose. È disponibile in oltre quaranta paesi, compresa l’Italia.

La storia del Irish Mist Liqueur

Il whisky Tullamore fondò una distilleria nel 1829 per produrre whisky irlandese ancora oggi in funzione. Tuttavia quando iniziò la produzione commerciale nel 1947, il primo liquore prodotto fu l’Irish Mist. La famiglia Williams stava cercando un prodotto simile al whisky, ma solo un pò diverso. La loro risposta era nel vino di erica che risale a millenni prima.
Desmond Williams fu in grado di imbattersi in un vecchio manoscritto con la ricetta del vino di erica che si pensava perdersi nel 1691. Fu poi in grado di trasformarlo in Irish Mist Liqueur e fondò la Irish Mist Liqueur Company. A partire da settembre 2010, dopo diversi acquisti successivi, è ora di proprietà del Gruppo Campari che lo ha acquistato da C & C.

I sapori in Irish Mist Liqueur sono di whisky, erica, miele, erbe e un pizzico di altri spiriti. Di conseguenza, può essere goduto liscio con ghiaccio o combinato con molti altri ingredienti.
La bevanda più popolare è Irish Mist con cola e lime. C’è anche un Rusty Mist, che è un play off del Rusty Nail. Molto simile nel gusto al Drambuie soltanto che invece dello Scotch abbiamo irish whisky. Un Black Nail: Irish Whiskey e Irish Mist in parti uguali.
La bevanda può anche andare bene all’interno del caffè invece del normale whisky, il che rende un delizioso Irish Coffee. Puoi aggiungerlo in un caffè normale e quindi aggiungere una panna montata per un drink dopo cena memorabile.

Sebbene una volta aveva una gradazione alcolica a 40%° Irish Mist ora è al 35%°. Anche la forma della bottiglia è cambiata da uno stile “decanter” a una più tradizionale forma di bottiglia di whisky.

Aspetto: colore medio da rame ad ambra.

Aroma: pulito con caratteristiche aromatiche medie e mature di albicocche secche, uvetta, fichi secchi, scorza d’arancia, miele, cannella, chiodi di garofano, fiori di campo ed erbe aromatiche.

Palato: medio dolce, medio corpo, medio più intenso di albicocche secche, uvetta, fichi secchi, scorza d’arancia, miele, cannella, chiodi di garofano, fiori di campo ed erbe aromatiche.

Buon liquore, ha un tocco di whisky irlandese sul naso e sul palato, ma con un carattere più secco oltre al miele, ai fiori di campo, alle spezie e ai sapori alle erbe dell’infuso. Non è eccessivamente dolce e il corpo del liquore ha una consistenza piacevole senza essere stucchevole.

Andrea Marangio

Consulente per cocktail bar e brand ambassador. marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Tre domande a Pietro Privitera

Pietro Privitera - Head Bartender al Belmond Villa Sant'Andrea – Taormina, ci racconta la…

By

Roma Bar Show 23 e 24 settembre 2019

Si terrà a Roma,lunedì 23 e martedì 24 settembre 2019, presso il Palazzo dei…

By

Golden Dawn cocktail storia e ricetta

Il primo concorso internazionale di cocktail si tenne a Londra nel 1930, mentre gli…

By

Dal Post proibizionismo Americano ad oggi

Per i bartenders, in particolare quelli che comprendono l'impatto significativo che il proibizionismo ha…

By

Amaro Ramazzotti la storia

Bitter. La parola significa "amaro" in italiano. Ma è anche il nome di un…

By

Tre domande a Giulia Castellucci

Intervista esclusiva per Barmanitalia a Giulia Castellucci, bar manager e comproprietaria di Co.So Cocktail…

By

This website uses cookies.