Categories: La professione

Barback: La guida definitiva per l’assistente del barman

Se non hai esperienza come barman e vuoi lavorare in una posizione nel bartending, ottenere un lavoro come barback è…

Aprile 24, 2019 12:19 am

Se non hai esperienza come barman e vuoi lavorare in una posizione nel bartending, ottenere un lavoro come barback è uno dei modi più comuni per farsi strada dietro il bar. È una posizione incredibilmente importante ed è talvolta chiamata anche “bar backer”, “bar back”, “bar runner” o semplicemente “runner”.

Cos’è un Barback?
Immagino sempre il barback come la persona che sta scaricando acqua da una nave da crociera. Mentre gli ospiti si divertono, e lo staff sta lavorando duramente per servirli, il barback sta scaricando acqua come un matto cercando di tenere a galla la nave. Un buon biglietto da visita manterrà la nave a galla e nessuno saprà mai che c’è stato un problema. Un cattivo barback, d’altra parte, farà affondare la nave – velocemente!
Il ruolo principale del barback è quello di supportare i barman. Ogni bar o ristorante avrà responsabilità diverse, ma le attività principali sono solitamente le stesse. Il lavoro del barback è tutto per lavorare in anticipo, gestire bene il tuo tempo e anticipare le esigenze dei barman con cui stai lavorando.

Cosa fa un Barback?
C’è una ragione per cui ho chiamato il barback “l’assistente del barman”. Il barback è responsabile di svolgere tutte le piccole attività invisibili che assicurano che il bar e il barman siano in grado di svolgere il proprio lavoro in modo rapido ed efficiente.

Prima del servizio:
Prima del turno la loro responsabilità principale è quella di mettere il bar pronto per il servizio. Questo può significare che il barback sta mettendo i carichi al proprio posto e la consegna della birra che è arrivata durante il giorno, organizzando ogni bar station con cannucce, tovaglioli e sottobicchieri, preparando succhi per il servizio, tagliando guarnizioni e back up. Fondamentalmente lavorano con i barman per garantire che il bar sia completamente rifornito e pronto per essere aperto.

Durante il servizio:
Durante il turno la posizione del barback è in genere una delle più frequentate nel bar / ristorante. Se mai vedi un giovane che si muove costantemente dietro il banco e raramente interagisce con gli ospiti, molto probabilmente è il barback. Durante un turno di solito sono responsabili della pulizia e del rifornimento di bicchieri, cambio dei fusti, pulendo la parte superiore del banco e rifornendo di nuovo tutto, dagli spiriti agli sciroppi. Raramente li vedrai prendere ordini di bevande o mescolare bevande.

Dopo il servizio:
Quando il bar o il ristorante chiude per la notte, il barback lavorerà con i barman per lasciare tutto al loro posto. Questo potrebbe significare togliere la spazzatura, rifornire le bottiglie e pulire i bicchieri.

Doveri, compiti e responsabilità di Barback:
Rifornimento del bar con tutto ciò di cui hanno bisogno prima, durante e dopo il servizio.
Pulizia e organizzazione del magazzino.
Pulizia di tutto il resto (Sì, tutto. Piatti, bicchieri, strumenti, pavimenti, ecc.)
Lavorare con i manager fornisce informazioni aggiornate e assicurarsi che ci sia abbastanza per il servizio
Tirando fuori la spazzatura
Mettere via gli ordini di birra, vino e liquori in arrivo

La vita di un barback:
Se stai cercando di diventare un bar runner, (che consiglio vivamente) ecco alcune cose da tenere in considerazione:
È (molto) fisico: in primo luogo, è un lavoro fisicamente impegnativo. Probabilmente dovrai sollevare oggetti molto pesanti, trascinarti dietro secchi di ghiaccio a più postazioni e praticamente dal momento in cui sei entrato fino al momento in cui esci. Se hai sempre desiderato ottenere un punteggio alto con Fitbit, questo è il lavoro che fa per te.

Può essere un lavoro senza gratitudine: questo ruolo richiede anche un pò di pelle dura dato che la maggior parte dei tuoi colleghi ti chiederà oggetti per tutto il tuo turno e alcuni di loro non saranno gentili (specialmente all’inizio) . C’è poca gloria nel barbacking e sfortunatamente è raro ricevere parole di apprezzamento da barman, manager o ospiti.

Un grande barback:
Hanno fretta: in questo ruolo, la velocità è importante. Muoversi con il senso dello scopo e essere veloci dietro il bancone è la chiave. Se il barman ha bisogno di qualcosa al volo (alias adesso) il barback lo fa rapidamente e poi torna al suo lavoro.

Maestri dell’osservazione. Innanzitutto possono essere loro a notare che le forniture o i prodotti stanno per esaurirsi, o che il barman della stazione 1 di solito preferisce le guarnizioni a sinistra anziché a destra e di conseguenza lo imposteranno in quel modo. Possono anche essere loro a notare come un particolare barman può servire più bevande di qualsiasi altro della squadra e imparare come lo fanno, o come un altro fa più mance rispetto ad altri barman. I grandi barback si rendono conto che questo è un buon terreno di allenamento per quando diventano barman e colgono l’opportunità di assorbire più informazioni possibili.

Geni multitasking: i migliori barback hanno sempre una lista di articoli che devono essere completati. Per esempio, se un barman ha bisogno di una bottiglia di Grey Goose al volo, si dirigerà verso la stanza dei liquori, afferrerà la bottiglia di Grey Goose e una pila di piatti, o cannucce. Massimizzano ogni minuto, specialmente quando c’è tanto da fare.
Anticipare le esigenze – Come barman la tua mise en place è la tua ancora di salvezza il barback rifornirà la linea prima che ne abbia bisogno.

Un cattivo barback
D’altra parte, non tutti i back bar sono fantastici. Ecco alcune cattive abitudini da evitare:
Non hanno mai “capito” – Questo in pratica si applica a tutti i tratti sopra elencati. Se il tempo passa e non hai sviluppato i tratti sopra elencati, potresti trovare il ruolo frustrante e difficile da superare per uscire dal ruolo di barback. L’apprendimento è la chiave – se non ti stai prendendo il tempo per imparare mentre vai, potresti voler guardare una posizione o una linea di lavoro diversa. (Soprattutto se vuoi diventare un barman!)
La sindrome di Houdini – Le pause sono molto incoraggiate quando le cose sono lente, ma se i barman sono pieni di lavoro e prendi quel momento per fumare una sigaretta, probabilmente non durerai a lungo.

Incapacità al multitasking – Se stai facendo una cosa sola alla volta, avrai un turno difficile e probabilmente non riuscirai a guadagnare molti soldi alla fine. Mentre stai davanti alla lavastoviglie, aspettando il completamento del ciclo, potresti pulire, scrivere una lista di riserva, rifornire le stazioni di guarnizioni, qualsiasi cosa che non sia guardare la lavastoviglie. Sii consapevole di tutto ciò che sta succedendo e assicurati che le tue mani non siano mai vuote.
Vuole parlare con tutti: un ristorante e un bar è un luogo molto sociale e la costruzione di relazioni con i clienti abituali e il personale è essenziale, ma se passi la maggior parte del tempo allo stand o provi a stimolare la conversazione con tutti al bar, probabilmente causerà molta frustrazione ai barman con cui lavori. Ricorda che il tuo lavoro è di sostenerli, e se non ricevono il supporto di cui hanno bisogno perché stai parlando con un ospite, non ne saranno contenti!

Barback to Bartender: prendere una promozione
È molto probabile che tu abbia accettato il lavoro da barback perché stai cercando di mettere il piede nella porta dell’industria del bar e speri di raggiungere il ruolo di barman. Questo è uno dei modi più comuni (ed efficaci) per entrare nel ruolo in un mercato competitivo. Quindi ora che hai un lavoro, come ti prepari?

Step 1: essere un grande barback!
Il modo più rapido per uccidere le tue possibilità di ottenere un turno di bartending è di essere un cattivo barback. Il bending è visto come il prossimo passo: perché promuovere qualcuno che non può avere successo in un lavoro più semplice?

Step 2: Position for a Shift
Il prossimo passo è quello di iniziare effettivamente a posizionarti per un turno. Il modo migliore per farlo è cercare “piccoli passi” – opportunità di apprendere singoli pezzi del lavoro, anche prima di avere un turno completo. Questo dimostra alla squadra che sei capace senza il rischio.

Step 3: Il tuo primo turno
Quindi hai un turno di pranzo del lunedì – o qualcuno ha chiamato malato. Ad ogni modo, sei dentro! Idealmente lavorerai al fianco di un barman più esperto che può mostrarti come si lavora.
Ascolta attentamente e impara velocemente. C’è molto da imparare: prestare attenzione all’altro e cercare di non chiedere due volte. Pensavi che essere un barback fosse difficile – ora devi fare i bicchieri e preparare le bevande!

Il Barback: Il Super Hero “invisibile” del bar
Non commettere errori: il barbacking è un lavoro duro. Ma è assolutamente vitale per il nostro settore e per qualsiasi bar con grandi volumi. Ed è anche un fantastico trampolino di lancio per arrivare a un lavoro di bartending. Se lavori duramente, fai attenzione e cerca di migliorare ogni giorno, allora sarai un fantastico barback e una altrettanto futuro barman!

Andrea Marangio

Docente per barman, consulente per bar, aperture, cocktail designer e menù, promotore per aziende produttrici. Whatsapp: 3480046467 email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

L’Unione Europea approva il disciplinare del Vermouth di Torino

A due anni dalla pubblicazione in Italia, la Commissione Europea ha terminato la valutazione…

By

Le nostre interviste: The Rum e Whisky Day 2019

Domenica 28 e lunedì 29 ottobre si è svolta a Milano, nella location data…

By

Agot: il primo whisky single malt prodotto nei paesi baschi

È il primo whisky single malt spagnolo elaborato in maniera artigianale. Agot è nato…

By

la Sardegna ospita i Campionati Italiani Barman Professionisti

Quinta edizione dell'unica manifestazione che presenta il km zero sia del food che del…

By

The Twentieth Century Cocktail: storia e ricetta

The Twentieth Century Cocktail prende il nome dal treno del ventesimo secolo che collegava…

By

Stravecchio XO: il cuore del tempo

Milano, 13 novembre 2019 – Fratelli Branca Distillerie presenta Stravecchio Branca XO, il brandy…

By

This website uses cookies.