Categories: Sala-Bar

Come si beve la tequila

La tequila, nonostante sia uno degli spiriti più popolari al mondo, è anche tra i distillati più incompresi. Se hai…

Giugno 6, 2018 10:02 pm

La tequila, nonostante sia uno degli spiriti più popolari al mondo, è anche tra i distillati più incompresi. Se hai bevuto la tequila, molto probabilmente hai avuto una margarita o la classica combinazione shot con sale e lime servita nei bar di tutto il mondo.

Il fatto è che se ti viene servita tequila con sale e lime, probabilmente non è tequila – almeno non totalmente. La tequila pura, prodotta principalmente a Jalisco, in Messico, dalla pianta di agave weber blu, ha un profilo aromatico complesso. Queste tequila offrono una ricca complessità che non troverete nella “tequila” economica servita con sale e lime.

“Probabilmente non è al 100 percento”, se vai in un posto e ti offrono lime e tequila, supponiamo che non sia 100% tequila; è una miscela di agave e altri additivi, come zuccheri e fruttosio. Non è un ottimo prodotto: è un prodotto economico. È quello che molti posti hanno sulla loro mensola del bar.

Come molti rituali del bere, la tradizione del sale e del lime è ricca di tradizione – una tradizione creata da e per la tequila primitiva nei primi giorni della sua creazione.

“All’inizio, come la maggior parte degli spiriti, la tequila era totalmente disgustosa, dall’altra parte della scacchiera, qualsiasi cosa servita con lime e sale era per nascondere il sapore di questo spirito straordinariamente orribile … e la gente se ne accontentava. L’idea era nata onestamente solo per nascondere il sapore di un prodotto che era davvero cattivo.

Un altro consiglio pro: la tequila è pensata per essere sorseggiare, non per essere buttata giù senza guastarla.

Oggi in Messico, i messicani sorseggiano la loro tequila perché ne sono orgogliosi, è uno spirito da meditazione. Un sacco di gente la berrà da un bicchiere degustazione, per ottenere il suo pieno profilo aromatico. Come altri distillati di agave sono serviti in bicchieri da porto con una forma simile a un tulipano.

Lo vuoi bere bene, prova lo spirito di agave liscio o se preferisci puoi aggiungere del ghiaccio.

Tuttavia, nota, il rituale del bere è nelle mani del cliente. Il nostro compito è educare gli ospiti e renderli confortevoli e felici, se le persone ordinano un giro di tequila con il lime, otterranno ciò chiedono. Non giudicheremo nessuno a fine giornata. Nessuno ha bisogno di forzare la fantasia sulle persone.

Detto questo, speriamo che più clienti saranno aperti a una migliore esperienza. Un sacco di persone che chiedono tequila in genere non sanno cosa c’è là fuori, o dove gli spiriti d’agave sono arrivati, e che devono essere gustati.

Andrea Marangio

Consulente, cocktail designer e menù, promotore. Whatsapp: 3480046467 Email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

East London Liquor Company,  il London Dry che sta facendo impazzire Londra

East London Liquor Company riporta dopo oltre un secolo la produzione di Gin nell’East…

By

Dolcificanti artificiali: quali sono e dove li troviamo?

Oggi cercheremo di spiegare l’altra faccia della medaglia dei dolcificanti, quelli artificiali. I dolcificanti…

By

Intervista a Carmelo Buda di Oliva.Co Cocktail Society

Intervista a Carmelo Buda, proprietario e bartender di Oliva.Co Cocktail Society, il Cocktail Bar…

By

Nasce Argintum 925, il Gin dell’Argentario

Argintum 925, il primo “Maritime” Dry Gin Italiano,  un gin per assaporare l’estate tutto…

By

Alessio Giovannesi: La Poderosa cocktail

Ecco a voi un drink di Alessio Giovannesi, nuovo bar manager di Baccano, cocktail…

By

Mattia Corunto: Cheer Me Up

Il barman Mattia Corunto Consulente beverage Nome ricetta Cheer Me Up Storia cocktail –…

By

This website uses cookies.