Categories: Merceologia

Cosa sono i botanicals nel gin?

Parliamo spesso di gin e dei suoi prodotti botanicals ma cosa sono? Iniziamo spiegando quali sono i botanici. Una volta…

17 Giugno, 2018 12:29 am

Parliamo spesso di gin e dei suoi prodotti botanicals ma cosa sono?
Iniziamo spiegando quali sono i botanici. Una volta che l’alcol è stato distillato per diventare alcol, sarà usato per produrre diversi tipi di gin. Questi sono conosciuti come botanicals.
I primi tre prodotti botanici che vengono quasi sempre utilizzati in un gin sono; ginepro, semi di coriandolo che sono molto simili al ginepro, e aggiungono sapore di agrumi e una leggera piccantezza e radice di angelica che è in più un fissativo o un agente legante. L’angelica ha un sapore terroso che viene spesso scambiato per ginepro.
È anche interessante notare che le posizioni geografiche dei botanici differenziano il gusto finale del gin. Ad esempio, il ginepro macedone avrebbe un sapore leggermente diverso da quello raccolto in Nord America (sembra anche più fresco).

Da lì, qualsiasi numero e gamma di prodotti botanici può essere utilizzato a seconda di come deve essere il gin finale. Molti gin introducono sapori insoliti ed esotici per poi mantenerli segreti. Ovviamente ogni gin ha il suo gusto unico che, comprensibilmente, desidera conservare.

Il London-Dry gin significa che non ci sono zuccheri o additivi dopo il processo di distillazione. Nati durante il 1700, quando il gin Bathtub Gin era diffuso, la gente stanca  della qualità scadente dell’alcol prodotto e quindi manteneva gli standard in atto per monitorare la produzione di gin. London Dry non significa che sia prodotto a Londra.

Hendricks gin usa il cetriolo ed è per questo che spesso li trovi serviti con una fetta fresca. A quanto pare usano anche fiori di sambuco quindi anche un tonico al fiore di sambuco funzionerebbe bene anche qui.

Opihr Oriental spiced gin utilizza come ingrediente botanico il pepe nero tritato, provate a fare un G & T con con guarnizione di pepe Cubeb.

Il cumino è un botanico che ha un gusto mentolato e pepato, usato nel gin Monkey 47, puoi provare ad aggiungere un pò di liquore al cumino a un G & T.

Camomilla, il delizioso sapore rilassante può essere trovato in Tanqueray No. TEN. così i fiori freschi di camomilla utilizzati come guarnizione daranno un bel gusto.

Beefeater usa l’arancia rossa così, invece di una fetta di limone, meglio usare una fetta di arancia rossa e vedi il sapore cambiare.

Il modo in cui una guarnizione può cambiare il gusto e come ciò che funziona in un gin potrebbe non funzionare con un altro.
Suggerirei a tutti i neofiti di dare un’occhiata ai tuoi gin per scoprire gli ingredienti botanici e provare la tua guarnizione per ogni etichetta. Se l’arancia è una pianta botanica, taglia una scorza, mettila in bocca e prova a schiacciarla un pò per rilasciare il sapore degli olii essenziali dopo assaggia un piccolo sorso di gin per sentire come si sposa. In questo modo sarete in grado di assaporare la differenza di sapore e sperimentare ciò che veramente fanno i botanici.

Andrea Marangio

HAI BISOGNO DI UN ESPERTO? Contattaci: Whatsapp: 3480046467 email: supporto@barmanitalia.it Oppure entra nel nostri gruppi WhatsApp

Recent Posts

Cocktail Champagne (originale) ricette

Le origini dello Cocktail Champagne si perdono nelle nebbie del tempo del bartending, la…

By

Domande e risposte giuste per un colloquio di lavoro per il bar

È il momento per molti barman, camerieri, cuochi e tutto il comparto del turismo…

By

The Blue Train Cocktail storia e ricetta

Woolf Barnato e la sua macchina. Nel 1930 un membro del playboy Bentley Boys…

By

Yellow Parrot cocktail storia e ricetta

Se il modo tradizionale di gustare un assenzio - con un po' d'acqua e…

By

Barney Barnato cocktail storia e ricetta

Dal libro: The Savoy Cocktail Book del 1930 di Harry Craddock, richiede un vino…

By

Mayfair Cocktail ricetta

Mayfair Cocktail ricetta: Servire in coppetta cocktail Ingredienti e quantità: 6,0 cl Dry gin…

By

This website uses cookies.