Categories: Prodotti

Amaro Braulio

Amaro Braulio è un amaro prodotto a Bormio, in Valtellina, Italia. La ricetta è segreta; ma probabilmente include ginepro, radice…

Agosto 18, 2018 9:50 pm
Amaro Braulio

Amaro Braulio è un amaro prodotto a Bormio, in Valtellina, Italia.

La ricetta è segreta; ma probabilmente include ginepro, radice di genziana, assenzio e achillea. Le erbe utilizzate sono raccolte dal Monte Braulino nelle Alpi italiane. Ogni persona che ha raccolto le erbe dal 1931 ha dovuto firmare una clausola di segretezza e non divulgazione.

Dopo la raccolta, gli ingredienti vengono essiccati all’aria, schiacciati, quindi infusi in alcool al 90%. Alla fine, il liquido alla fine viene diluito con acqua al 50%, quindi vengono aggiunti zucchero e più acqua per portare il contenuto di alcol al 21%.

Amaro Braulio viene poi invecchiato per 3 anni in rovere, imbottigliato e spedito.

Il Braulio è un digestivo servito tipicamente freddo o temperatura ambiente, anche se occasionalmente è servito anche come aperitivo con vino bianco frizzante.

Chi si trova a passeggiare, da solo o in compagnia, sulla via Roma di Bormio, vero cuore pulsante del paese, lo faccia con passo leggero. Forse non sa che sotto i suoi piedi riposa, in decine e decine di grandi botti di rovere, l’Amaro Braulio, che proprio a Bormio è nato 135 anni fa e che ancora oggi vi è prodotto con le stesse cure e lo stesso amore di allora.

Note di storia

Amaro Braulio fu creato per la prima volta nel 1875 da un certo Francesco Peloni, che era un farmacista come suo padre Giuseppe. Francesco ha passato la ricetta a suo figlio Attilio.

La ricetta per Amaro Braulio è ancora di proprietà della famiglia Peloni.

Dal 1999 l’amaro è proprietà di Casoni Liquori SpA, società con sede a Finale Emilia ( Modena ), sebbene la produzione continui presso le aziende agricole della famiglia Peroni a Bormio.

Il marchio è detenuto da Fratelli Averna SpA, acquisita nel 2014 dal Gruppo Campari .

Andrea Marangio

Consulente per cocktail bar e brand ambassador. marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Diego Melorio – Quanto Basta cocktail bar di Lecce

Tra i vicoli del centro storico di Lecce abbiamo incontrato e intervistato Diego Melorio,…

By

The Bearcat cocktail ricetta e storia

The Bearcat Servire in coppetta Ingredienti e quantità: 3,0 cl Pikesville Rye 1,5 cl…

By

Luca Gandolfi un barman a vela

Nel mondo nulla di grande è stato fatto senza passione (G. W. F. Hegel).…

By

Il pairing pizza&cocktail secondo Marco Serri del “Big Easy”

Una serata a metà strada tra mixology e arte bianca, tra cocktail e pizza,…

By

Whizz Bang cocktail

WHIZZ BANG Servire in coppetta Ingredienti e quantità: 2,0 cl Vermouth dry Noilly Prat 4,5…

By

Tre domande a Simone Lancia

Raccontaci brevemente la tua carriera fino ad oggi. Di dove sei? come ti sei…

By