Categories: Merceologia

English Breakfast Tea

Non ci sono molti tè noti come l'English Breakfast Tea. Ha fatto parte della cultura britannica. Questo tè è caratterizzato…

Maggio 16, 2018 8:09 am

Non ci sono molti tè noti come l’English Breakfast Tea. Ha fatto parte della cultura britannica. Questo tè è caratterizzato come corposo, audace, robusto, maltato e forte. In che modo questo tè è diventato un’icona del genere?

Storia
Bere il tè fu introdotto alla corte inglese da Catherina di Braganza (Portoghese) quando sposò il re Carlo II d’Inghilterra nel 1662. I portoghesi, che a quel tempo controllavano le migliori rotte commerciali verso l’est, intrattenevano rapporti commerciali con la Cina fin dai primi anni del 1500 e bere il tè era un lusso apprezzato già dai reali portoghesi. Sebbene ci siano alcuni documenti che provano che il tè fosse già popolare in Inghilterra prima dell’arrivo di Catherina, comunque sia viene considerata la responsabile della diffusione del tè in Gran Bretagna.
Inizialmente il tè era bevuto come bevanda pomeridiana, ma a metà del XVIII secolo era arrivato al tavolo della colazione. Lo stile “Breakfast Tea” di cui godiamo oggi si dice che sia stato creato nel 1892 da Robert Drysdale, un maestro di tè scozzese che ha visto la necessità di creare un tè del mattino più forte per abbinare la colazione tradizionale inglese ricca di proteine.

Tuttavia, il termine “English Breakfast Tea” ha origini precedenti dello stile specifico, che si diffuse per la prima volta nel 1834, quando un immigrato britannico a New York aprì una società del tè. Quest’uomo di Hull, Richard Davies, commercializzava una miscela di tè neri cinesi e indiani chiamata “English Breakfast Tea” e li vendeva ai rivenditori della città. Questa fusione divenne rapidamente un successo che portò altri rivenditori che volevano rifornirsi dei prodotti per la ricetta a scrivere lettere indirizzate a Londra per informarsi sul tè, ma nessuno in Gran Bretagna ne aveva mai sentito parlare. Il tè del mattino era un nome generico per i tè neri e forti in Gran Bretagna e come detto prima, il tè della colazione non fu inventato fino al 1892. Questo precedente “Breakfast Tea” era specifico di New York. Oggigiorno ogni marchio di tè del mondo include una miscela di tè inglese per la colazione in quanto è uno dei tè più popolari al mondo.

Miscela
L’English Tea è una miscela di tè neri forti generalmente provenienti da Sri Lanka, India, Cina o Kenya. La maggior parte di questi tè sono a bassa crescita, il che significa che le piantagioni sono situate dal livello del mare ad un’altitudine di 500 metri. Poiché i cespugli di questa altitudine sopportano alte temperature e meno umidità, combinati con un terreno sabbioso e ghiaioso, le foglie producono un tè al malto forte e corposo. Il sapore delle foglie varia da piantagione a piantagione, ma è sempre audace e robusto.

Tè della colazione ai cocktail
L’English Breakfast Tea come ingrediente per cocktail è stato usato sin dall’inizio. Nel 1700 il tè era già un ingrediente nei punches. L’English Breakfast Tea è probabilmente uno dei tè più miscelabili quando si preparano i cocktail. Per i barman Gin e Vodka sembrano essere i primi spiriti che vengono in mente dove la combinazione di tè, aggiunge lunghezza e carattere a un drink. Tuttavia, l’English Breakfast funziona bene anche con alcolici invecchiati come il whisky e il cognac. Il carattere robusto e maltato del tè è abbastanza forte quando si cerca di trovare un equilibrio tra più ingredienti. L’English Breakfast Tea è anche molto adatto per combinare spezie, con una grande varietà di tè Chai.

Andrea Marangio

Docente per barman, consulente per bar, aperture, cocktail designer e menù, promotore per aziende produttrici. Whatsapp: 3480046467 email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Agot: il primo whisky single malt prodotto nei paesi baschi

È il primo whisky single malt spagnolo elaborato in maniera artigianale. Agot è nato…

By

la Sardegna ospita i Campionati Italiani Barman Professionisti

Quinta edizione dell'unica manifestazione che presenta il km zero sia del food che del…

By

The Twentieth Century Cocktail: storia e ricetta

The Twentieth Century Cocktail prende il nome dal treno del ventesimo secolo che collegava…

By

Stravecchio XO: il cuore del tempo

Milano, 13 novembre 2019 – Fratelli Branca Distillerie presenta Stravecchio Branca XO, il brandy…

By

16 novembre Carpano partecipa a “Il Vermouth di Torino… a Torino”

Milano, 12 novembre 2019 – Come padre e rappresentante storico della categoria, Carpano non…

By

La barlady Selia Bugallo vince Art of Italicus Aperitivo Challenge 2019

La challenge ideata da ITALICUS®, Rosolio di bergamotto, per eleggere il migliore aperitivo ispirato…

By

This website uses cookies.