Categories: Prodotti

Peychaud’s bitter

I bitter aromatici di Peychaud furono creati da un certo Antoine Amedee Peychaud. La sua storia inizia nel 1795 quando…

Dicembre 12, 2018 10:35 pm
Peychaud’s bitters

I bitter aromatici di Peychaud furono creati da un certo Antoine Amedee Peychaud. La sua storia inizia nel 1795 quando arriva a New Orleans come rifugiato, dopo che suo padre fu costretto a fuggire dall’isola di San Domingo, dove la sua famiglia possedeva una piantagione di caffè, dopo che gli schiavi si ribellarono.

Antoine crebbe fino a diventare un farmacista e comprò la sua farmacia in quello che allora era il numero 437 di Royal Street nel 1834.

Qui creò un “American bitter aromatico e cordiale”, lo pubblicizzò come tonico medicinale. Tali pozioni erano di moda all’epoca e c’erano molti prodotti simili.
Anche Antoine serviva i suoi amari mescolati con brandy e altri liquori. (È stato falsamente affermato che la parola “cocktail” abbia avuto origine da Antoine, da una misura conosciuta come “coquetier” che usava per preparare le bevande, ma ora è indiscusso che il termine è apparso in stampa in un giornale di New York del 1806, quando Antoine era ancora un bambino.)

Antoine Peychaud pubblicizzava i suoi amari nei giornali locali e molti bar di New Orleans i quali servivano bevande preparate con i bitter di Antoine. Uno di questi bar era il Sazerac Coffee House al 13 Exchange Alley, di proprietà di John B. Schiller, anche l’agente locale di una società francese di cognac ‘Sazerac-du-Forge et Fils’ di Limoges.

Fu qui, nel 1858, che si pensava che un barman di nome Leon Lamothe avesse creato il Sazerac, probabilmente usando l’amaro aromatico di Peychaud, il cognac Sazerac e lo zucchero.

Circa un decennio più tardi Peychaud cadde in difficoltà e vendette la sua farmacia, insieme alla formula e al marchio del suo amaro.

Caratteristiche

70%Vol.
Aspetto
Chiaro, rosso scarlatto.
Aroma
Al naso medicinale con liquirizia, semi di anice, scorza d’arancia e ciliegia.
Gusto
Chinino, sentori di zucchero sciropposo, buccia d’arancia, menta e ciliegia.
Retrogusto
Finitura di amarena.

Imbevibile puro ma un ingrediente da cocktail favoloso.

Andrea Marangio

Consulente, cocktail designer e menù, promotore. Whatsapp: 3480046467 Email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

East London Liquor Company,  il London Dry che sta facendo impazzire Londra

East London Liquor Company riporta dopo oltre un secolo la produzione di Gin nell’East…

By

Dolcificanti artificiali: quali sono e dove li troviamo?

Oggi cercheremo di spiegare l’altra faccia della medaglia dei dolcificanti, quelli artificiali. I dolcificanti…

By

Intervista a Carmelo Buda di Oliva.Co Cocktail Society

Intervista a Carmelo Buda, proprietario e bartender di Oliva.Co Cocktail Society, il Cocktail Bar…

By

Nasce Argintum 925, il Gin dell’Argentario

Argintum 925, il primo “Maritime” Dry Gin Italiano,  un gin per assaporare l’estate tutto…

By

Alessio Giovannesi: La Poderosa cocktail

Ecco a voi un drink di Alessio Giovannesi, nuovo bar manager di Baccano, cocktail…

By

Mattia Corunto: Cheer Me Up

Il barman Mattia Corunto Consulente beverage Nome ricetta Cheer Me Up Storia cocktail –…

By

This website uses cookies.