Categories: Interviste Merceologia

Plymouth Gin

Nei primi anni del XIX secolo Plymouth, London, Bristol, Norwich e Warrington sono stati i centri della grande distillazione di…

Maggio 31, 2012 10:49 pm
Plymouth Gin

Nei primi anni del XIX secolo Plymouth, London, Bristol, Norwich e Warrington sono stati i centri della grande distillazione di gin, ciascuno con i propri gin unici. A poco a poco lo stile del London Dry è venuto a dominare la scena, ma il gin fatto a Plymouth ha mantenuto il suo carattere spiccatamente aromatico.

Plymouth Gin è rimasto fedele a questa tradizione. Prodotto in un ambiente, che non è stato cambiato per oltre 150 anni, ha un sottile sapore corposo.

Plymouth Gin ha una lunga storia. La Distilleria Frati Neri a Plymouth, in cui è fatto, risale almeno al 1793. Certamente Frati Neri può giustamente pretendere di essere la più antica distilleria nel Regno Unito.

Anche se Plymouth Gin è fatto esattamente nello stesso modo del London Dry, è l’unico gin del Regno Unito ad avere una denominazione geografica – il risultato di una serie di decisioni legali nel 1880, quando i distillatori di Londra iniziarono a produrre il Plymouth gin. Coates & Co stabilì in seguito che, legalmente Plymouth Gin poteva essere prodotto solo all’interno delle mura della città di Plymouth.

Uno dei grandi marchi mondiali di gin, Plymouth Gin ha sofferto anni di abbandono nelle mani delle multinazionali, acquisito Coates & Co come parte di un sacco di lavoro e mai realmente apprezzato le qualità del marchio e del patrimonio. Plymouth è ora felicemente sistemato all’interno portafoglio di gin di Chivas Brothers’gin a sua volta di proprietà del gigante Pernod Ricard.

Una percentuale più alta del solito degli ingredienti principali è la fonte di aromi distintivi del Plymouth. Ha sette botanici – ginepro, coriandolo, arancio dolce, cardamomo, radice di angelica e di iris che si fondono con lo spirito di grano puro. Elegante in bocca con marshmallow lussureggiante con sentori di salvia ed eucalipto ha un sottile sapore corposo senza botanici amari. L’arancia dolce e il cardamomo donano un gusto dolcemente fruttato, finale speziato. L’acqua pura da Dartmoor contribuisce al sapore eccezionalmente pulito e fresco.

Plymouth originale viene prodotto a 41,2% vol e vol 47%.

Andrea Marangio

Consulente, cocktail designer e menù, promotore. Whatsapp: 3480046467 Email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Dolcificanti artificiali: quali sono e dove li troviamo?

Oggi cercheremo di spiegare l’altra faccia della medaglia dei dolcificanti, quelli artificiali. I dolcificanti…

By

Intervista a Carmelo Buda di Oliva.Co Cocktail Society

Intervista a Carmelo Buda, proprietario e bartender di Oliva.Co Cocktail Society, il Cocktail Bar…

By

Nasce Argintum 925, il Gin dell’Argentario

Argintum 925, il primo “Maritime” Dry Gin Italiano,  un gin per assaporare l’estate tutto…

By

Alessio Giovannesi: La Poderosa cocktail

Ecco a voi un drink di Alessio Giovannesi, nuovo bar manager di Baccano, cocktail…

By

Mattia Corunto: Cheer Me Up

Il barman Mattia Corunto Consulente beverage Nome ricetta Cheer Me Up Storia cocktail –…

By

Giorgio Bargiani: Number 11 Cocktail

 Giorgio Bargiani: Number 11 Cocktail Head Mixologist Connaught Bar Londra Cocktail: Number 11…

By

This website uses cookies.