Categories: Miscelazione Prodotti

3 Vermouth Dry a confronto

Se sei solito bere il Cocktail Martini, probabilmente hai già familiarità con il vermouth dry, perché è probabilmente l'ingrediente più…

Luglio 7, 2018 10:57 pm

Se sei solito bere il Cocktail Martini, probabilmente hai già familiarità con il vermouth dry, perché è probabilmente l’ingrediente più importante della bevanda.

Il vino liquoroso contiene al massimo il 5% di zucchero residuo e di solito ha 18% vol alcolico.

Il vermouth secco, che è principalmente un prodotto della Francia, viene spesso creato distillando, infondendo il vino con spezie, erbe e caramello, nonché un elenco numeroso di altri ingredienti.

Mentre troverai spesso il dry come ingrediente dei tuoi cocktails preferiti come il martini, il vino liquoroso può anche essere consumato come aperitivo e addirittura apprezzato da solo.

Ci sono diverse marche di vermouth dry tra cui scegliere. Ognuno offre il suo sapore e la sua storia unica, rendendo piuttosto difficile la scelta del preferito.

Il vermouth dry di Cinzano ha un sapore delicato. Anche se Cinzano è un ottimo ingrediente per le bevande, si consiglia di consumare questo marchio di vermouth dry con ghiaccio per apprezzarne il sapore classico.

Martini e Rossi sono forse i marchi più conosciuti. Il vermouth Extra Dry del marchio è presente da oltre 100 anni, avendo visto il suo lancio nel 1900 il giorno di Capodanno. È noto che l’azienda ha iniziato a sperimentare la produzione di vini fortificati in paesi stranieri dal 1890. La versione di questo marchio ha un profumo più intenso, è di colore paglierino e offre sentori di iris, limone e lampone. Puoi star sicuro che otterrai il sapore secco che desideri senza il retrogusto amaro.

Un altro tipo di vermouth secco è offerto da Noily Prat. Questo marchio produce vermouth secco sin dalla sua prima produzione a Marseillan, in Francia, nel 1813. Oggi il vermouth francese è il più venduto al mondo. Ciò è probabilmente dovuto in gran parte in parte al complesso processo utilizzato per creare il vermouth. Una miscela segreta di erbe provenienti da cinque diversi continenti viene utilizzata durante il lungo processo di tre anni, durante il quale una delle annate scopre il vermouth dry invecchiare all’aperto in barrique per un anno. È stato detto che il vermouth di Noilly Prat, che è anche un favoloso ingrediente da cucina, è stato il primo ad essere utilizzato per creare un martini. Alcuni sostengono che il vermouth importato per lo stock extra dry è tra i marchi di qualità più elevata in circolazione. È così chiaro che potresti pensare di bere acqua, e il suo sapore secco è naturale. Ha anche un contenuto di zucchero naturalmente basso. Questo marchio di vermouth secco è creato con una miscela segreta di oltre 50 prodotti botanici, dandogli un sapore sottile e asciutto che è buono non solo per bere, ma anche per cucinare.

Andrea Marangio

Bar Manager – Supervisor Bartender – Hotels & Resorts - Classic International Cocktails and Signatures. I work with liquor companies, private and corporate groups to create custom cocktails and menus. marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Tags: genziana

Suze bitter

Nel 1885 Fernand Moureaux ereditò una distilleria di famiglia a Maisons-Alfort. Per salvare la…

By

Come preparare un ottimo Bronx cocktail

Il cocktail Bronx è una semplice variazione di un Perfect Martini che aggiunge il…

By

Guests Complain: Come recuperare da un disastro.

Tutte le attività legate all'ospitalità non riusciranno a servire efficacemente tutti i loro clienti.…

By

Tre domande a Giorgio Vicario

Intervista esclusiva a BarmanItalia a Giorgio Vicario bar manager del Beere&Mangiare di Roma Raccontaci…

By

Panaché e Radler, cocktail con la birra

Origini: Panaché una bevanda popolare francese, è una semplicemente una combinazione di una birra…

By

Pisco peruviano vs cileno: prove d’assaggio con Francesco Guetta

"Dopo il successo della Florence Pisco Week mi sono detto: perché non dedicare una…

By