Categories: Prodotti

Amaro Montengro

Nel 1885, i genitori di Stanislao Cobianchi impostarono il giovane su un percorso virtuoso ed ecclesiale, ma Stanislao ebbe altre…

Agosto 4, 2018 12:18 am
Montenegroni Cocktail

Nel 1885, i genitori di Stanislao Cobianchi impostarono il giovane su un percorso virtuoso ed ecclesiale, ma Stanislao ebbe altre idee. In realtà ha scambiato una vita di chiesa per un’avventura. Stanislao ha viaggiato da Bologna ai Balcani, dove ha sperimentato sapori esotici provenienti da tutto il mondo. Stanislao aprì una distilleria e nominò il suo amaro perfettamente equilibrato e amaro in onore al giorno del matrimonio della principessa Elena Petrovich del Montenegro e futura Regina d’Italia.

Nel 1906, aprì una nuova distilleria per soddisfare la crescente domanda, e la bevanda distintiva divenne presto il brindisi dell’Italia. Il leggendario poeta, Gabriele D’Annunzio, lo definì “liquore delle virtù”. Sembra che Stanislao non si sia allontanato troppo dai desideri dei suoi genitori.

Colore limpido e dai caldi riflessi ramati, ha un profumo autentico e ricco di piacevoli sensazioni vegetali di erbe aromatiche dal carattere unico e inconfondibile che si ritrovano, in abbondanza, all’assaggio, in un sorso gustoso, caratterizzato dalla perfetta combinazione di note dolci-amare che chiudono verso una lunga scia erbacea e mentolata, che ricorda il chinotto.

Oggi, mentre la ricetta di Stanislao può essere un segreto, l’appello di Amaro Montenegro è ben noto. Il numero uno degli Amari in Italia, sta diventando popolare nel mondo dei mixologi e dei consumatori statunitensi, sebbene è stato uno dei primi liquori ad essere utilizzato per cocktail.

L’Amaro Montenegro è diventato uno degli ingredienti più popolari nella fiorente scena del cocktail. Amaro Montenegro è il primo marchio di amari venduti in Italia ed è l’amaro base per molti dei migliori barman del mondo. Perfetto nei cocktail, Amaro Montenegro è di casa in drink classici, nuove fantasiose ricette e anche da solo.

Quando il sapore del cocktail risultante dipende da pochi ingredienti, è imperativo utilizzare prodotti di qualità che si distinguono, poiché i marchi economici realizzati con delle scorciatoie possono rendere le bevande piatte. Ad esempio, il classico cocktail Manhattan è una bevanda semplice, che richiede solo due ingredienti principali: vermouth dolce (rosso) e whisky. Usando Amaro Montenegro al posto del vermouth e il whisky speziato e secco della segale conferisce a “The Monte Manhattan” una complessa profondità di sapore che lo rende delizioso da gustare.

In cocktail più complessi, Amaro Montenegro contribuisce con un corpo liscio e arrotondato e un sapore brillante che aiuta a bilanciare gli altri ingredienti. Con l’effervescente del ginger beer e la brillante acidità del lime, Amaro Montenegro aggiunge un tocco sorprendente e rinfrescante al classico Moscow Mule, rendendolo un “Monte Mule”.

Realizzato con una superlativa (e segreta) miscela di 40 diversi botanici e spezie selezionati a mano, Amaro Montenegro ha anche la facoltà di essere goduto con ghiaccio o liscio. Prova a sorseggiarlo prima di cena con formaggio e salumi, o come drink dopo cena con cioccolato fondente per dessert.

Andrea Marangio

Consulente per cocktail bar e brand ambassador. marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Ingredienti non vegani che puoi trovare nel tuo cocktail

Nel mondo dei cocktail, siamo abbastanza bravi a conoscere oscuri fatti storici su categorie…

By

il cavatappi ha una storia molto lunga e interessante.

Non ci sono molti strumenti in cucina o nel bar che sono dati per…

By

Lavoro al bar e famiglia, mantenere l’equilibrio

Come genitore, è naturale sentirsi in colpa quando non si trascorre del tempo con…

By

Da allievo a maestro del bar

Man mano che la tua carriera avanza, potresti trovarti in una posizione in cui…

By

The Court, il nuovo cocktail bar firmato Matteo Zed

Ciao Matteo, raccontaci brevemente la tua carriera fino ad oggi. Di dove sei? Qual’è…

By

Ron – stile spagnolo

Prodotto principalmente a Cuba, a Porto Rico, in Venezuela o nella Repubblica Dominicana. Si…

By

This website uses cookies.