Categories: Merceologia

Scotch Whisky Act del 1988 definizione

Conformemente allo Scotch Whisky Act del 1988, per un whisky che deve essere definito "Scotch whisky", deve essere distillato in…

Febbraio 7, 2018 1:36 pm

Conformemente allo Scotch Whisky Act del 1988, per un whisky che deve essere definito “Scotch whisky”, deve essere distillato in Scozia da cereali fermentati, lievito e acqua. La maturazione deve avvenire anche in Scozia per almeno tre anni in botti di rovere di dimensioni non superiori a 700 litri.
In aggiunta a quanto sopra, per essere definito un whisky scozzese:

1. Il chicco di cereali deve essere l’unica fonte di amido.
2. Gli enzimi devono essere enzimi naturali di malto d’orzo (non è consentito aggiungere enzimi).
3. Non sono consentiti additivi diversi da acqua e caramello allo spirito per la correzione del colore.

Lo Scotch whisky è l’unico tipo di whisky che può essere prodotto in Scozia. Qualsiasi prodotto e fabbricato in Scozia e venduto come whisky deve confermare quanto sopra.
Fino al 1830 quasi tutto il whisky scozzese era prodotto esclusivamente con malto d’orzo e prodotto in alambicchi – cioè, quello che oggi chiameremmo whisky al malto. Tuttavia, due sviluppi hanno portato al “whiskey di grano scozzese” e allo “Scotch blended whisky”. Il primo è stato lo sviluppo in un nuovo tipo di still, conosciuto variamente come column still, patent still, continuous still o Coffey still; il secondo era l’abrogazione delle leggi britanniche sul mais.

Andrea Marangio

Docente per barman, consulente per bar, aperture, cocktail designer e menù, promotore per aziende produttrici. Whatsapp: 3480046467 email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

16 novembre Carpano partecipa a “Il Vermouth di Torino… a Torino”

Milano, 12 novembre 2019 – Come padre e rappresentante storico della categoria, Carpano non…

By

La barlady Selia Bugallo vince Art of Italicus Aperitivo Challenge 2019

La challenge ideata da ITALICUS®, Rosolio di bergamotto, per eleggere il migliore aperitivo ispirato…

By

Tre domande a Gianluca Di Giorgio

Intervista esclusiva per BarmanItalia a Gianluca Di Giorgio, bar manager del Lamo (Milano) Raccontaci…

By

Guida definitiva: come fare un Martini Cocktail.

In questa guida vi elencheremo i punti essenziali per ottenere un Martini Cocktail perfetto.…

By

Vermouth Mulassano storia e uso nei cocktails

I Vermouth Mulassano - come potrebbe rivelare il nome - provengono dall'Italia. Dalla città…

By

Storia della bottiglietta del Campari Soda

Da giovane artista futurista italiano, Fortunato Depero esplodeva di creatività quando, nel 1915, annunciò…

By

This website uses cookies.