Categories: Prodotti

Ginepraio Gin

Ginepraio è il London Dry Gin biologico 100% made in Tuscany, nato dalla collaborazione tra Levante Spirits e Distilleria Deta.…

Ottobre 8, 2018 10:23 pm
Ginepraio Gin

Ginepraio è il London Dry Gin biologico 100% made in Tuscany, nato dalla collaborazione tra Levante Spirits e Distilleria Deta.

Il nome “Ginepraio” gioca col significato metaforico del vecchio adagio “cacciarsi in un ginepraio”, ovvero in una situazione complicata, difficile, spinosa (proprio come la pianta di ginepro!).
Proprio come quella, pari a una sfida, in cui ci siamo ritrovati nel reperimento delle materie prime, col fine di produrre un gin così legato al territorio toscano. Distillato a Barberino val d’Elsa, alla sua realizzazione hanno collaborato Luigi, Master Distiller e Enzo, enologo toscano e proprietario di un’azienda vitivinicola biologica a Montepulciano.

Gli ingredienti
Dal grano tenero biologico del Mugello distilliamo una base di alcool, nel quale vengono infuse 7 diverse botaniche (ginepro, rosa canina, elicriso, angelica, coriandolo, buccia d’arancia e di limone)
provenienti dalla Maremma, dalla Val d’Orcia, dal Chianti fino alla zona di Arezzo. Un nuovo concept di fare Gin, che si esprime nella tracciabilità delle materie prime che lo compongono. Le infusioni durano da 7 a 10 giorni, dopodiché vengono unite e distillate. Prima di essere imbottigliato, Ginepraio riposa al buio per due mesi.

UTILIZZO
Ginepraio si adatta ad ogni preparazione di drink a base di gin. A nostro avviso esprime al meglio il suo carattere distintivo nell’intramontabile cocktail toscano, il Negroni, con cui Ginepraio vuole rendere omaggio al suo inventore fiorentino, il conte Negroni.

PACKAGING
La bottiglia di Ginepraio ricorda la flebo di fisiologica. Con questa forma abbiamo voluto ricordare l’origine del gin, inventato da un medico olandese, e inteso da lui come medicinale per i reni. L’etichetta, minimalista e retrò, è stata disegnata dall’interior designer Francesca Macchia Caputo.

IL PROGETTO, LA FILOSOFIA
LEVANTE SPIRITS non è solo un progetto, ma un incontro diventato presto iniziativa: fare imprenditoria per amore del buon bere. Enzo, toscano, e Fabio, marchigiano: ci incontriamo per caso, a Firenze, frequentando entrambi un master di marketing in gestione delle imprese vitivinicole.

Col suo nome la nostra azienda si ispira al vento di Levante, timone di molti marinai ed esploratori.
Se un tempo il Levante conduceva verso mondi esotici e lontani e favoriva scambi di merci, oggi la sua guida ci offre nuovi stimoli per la produzione di liquori e distillati di qualità, legati al territorio.

A partire dal nome seguiamo il vento della scoperta. Rivisitiamo ricette tradizionali di liquori e distillati, in modo da offrire prodotti dal carattere audace e dal gusto inedito. Crediamo, infatti, che solo attingendo alla nostra ricchezza storica e territoriale si possa fare davvero innovazione. Amiamo curare i dettagli: dalle materie prime, rigorosamente territoriali, alla scelta della bottiglia, all’etichetta.

Ginepraio è il London Dry Gin biologico che parla toscano. Nasce dalla collaborazione tra Levante Spirits e Distillerie Deta. Gli abbiamo dato vita per mezzo di un alambicco discontinuo in rame che affettuosamente chiamiamo Lapo.
Nel battezzarlo ci siamo ispirati al vecchio adagio ”cacciarsi in un ginepraio” (riportato anche in etichetta con la definizione da vocabolario), modo informale per descrivere una situazione complicata da cui è difficile uscire.

La stessa nella quale siamo finiti durante la ricerca delle materie prime, tutte rigorosamente certificate, toscane e biologiche. A partire dall’alcool di base, che proviene da grano coltivato nella zona del Mugello; mentre le sette botaniche, fra cui ginepro, rosa canina ed elicriso, provengono dalla Maremma, dalla Val D’Orcia passando per il Chianti.

Ginepraio è un gin fortemente identitario, figlio del suo territorio, distillato a Barberino Val D’Elsa. Per la sua realizzazione al Master Distiller si è affiancato Enzo (uno dei due soci di Levante Spirits), enologo toscano. Un gin, quindi, che per le sue peculiarità si ispira al mondo del vino ed è pensato per gli appassionati del settore.
Ginepraio si adatta ad ogni preparazione di drink a base gin. A nostro avviso esprime al meglio il suo carattere fortemente distintivo nel Martini Cocktail e nel Negroni (intramontabile classico con il quale si vuole omaggiare il suo inventore fiorentino, il Conte Negroni).

Spirito toscano

Ginepraio è l’unico gin al mondo la cui tracciabilità di alcool e piante territoriali è totalmente certificata da organismi di controllo.
Nasce da una base di alcool in cui vengono infuse separatamente 7 botaniche, fra cui spiccano: ginepro, rosa canina ed elicriso (pianta spontanea che cresce sul versante tirrenico dell’Italia e in Sardegna).
Le infusioni variano dai 7 ai 10 giorni; dopodiché vengono unite e distillate tramite Lapo, il nostro alambicco, per poi essere lasciate riposare al buio per 10 giorni prima dell’imbottigliamento.
Assaggio a lieto fine

Il distillato si presenta, all’esame visivo, limpido come ogni London Dry Gin che si rispetti; all’esame olfattivo risulta subito chiaro invece che si tratta di un gin artigianale per via di un forte stacco del ginepro selvatico sulle altre botaniche. In un secondo momento, si avvertiranno i sinuosi sentori di rosa canina.
In bocca torna spiccato il ginepro; in seconda battuta, oltre alla rosa, si avvertirà la nota balsamica tipica dell’elicriso per un finale persistente dalle note lievemente agrumate.

Andrea Marangio

Consulente per cocktail bar e brand ambassador. marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Tre domande a Pietro Privitera

Pietro Privitera - Head Bartender al Belmond Villa Sant'Andrea – Taormina, ci racconta la…

By

Roma Bar Show 23 e 24 settembre 2019

Si terrà a Roma,lunedì 23 e martedì 24 settembre 2019, presso il Palazzo dei…

By

Golden Dawn cocktail storia e ricetta

Il primo concorso internazionale di cocktail si tenne a Londra nel 1930, mentre gli…

By

Dal Post proibizionismo Americano ad oggi

Per i bartenders, in particolare quelli che comprendono l'impatto significativo che il proibizionismo ha…

By

Amaro Ramazzotti la storia

Bitter. La parola significa "amaro" in italiano. Ma è anche il nome di un…

By

Tre domande a Giulia Castellucci

Intervista esclusiva per Barmanitalia a Giulia Castellucci, bar manager e comproprietaria di Co.So Cocktail…

By

This website uses cookies.