Categories: Miscelazione

Angostura nei cocktails

Pensate alla Angostura come al "pizzico di sale" del mondo delle bevande: un ingrediente per eccellenza usato per legare i…

Luglio 1, 2018 10:37 pm

Pensate alla Angostura come al “pizzico di sale” del mondo delle bevande: un ingrediente per eccellenza usato per legare i sapori in un cocktail, è usato quasi esclusivamente in piccole dosi – e raramente come l’evento principale.

Ma questo non deve necessariamente essere il caso. Se usato come qualcosa di più di un semplice conduttore, Angostura può trasformare formule esistenti come il gimlet, la colada e sours in qualcosa di totalmente nuovo.

Questa linea di pensiero iniziò quando Giuseppe González creò per la prima volta Trinidad Sour, che richiede un’oncia (6,0 cl) di Angostura. Da allora, un certo numero di barman ha seguito l’esempio, come Kirk Estopinal, la cui semplice Angostura Sour porta la formula al suo estremo logico. Escludendo del tutto uno spirito secondario, l’estopina si affida unicamente alla spina dorsale bianco-agrumato-zucchero-uovo per appianare gli aromatici dell’amaro.

Non tutti eliminano lo spirito di base, anche se molti tendono a ricomporlo quando chiamano un’oncia (o più) di Angostura. Come Kirk Estopinal, Austin Hartman della Montana’s Trail House di Brooklyn lavora su un modello aspro nella sua Trail House Sour, ma incorpora mezza oncia di bourbon accanto allo sciroppo di Angostura (una miscela di agrumi, spezie e bitter) e liquore di noci. Allo stesso modo, Zac Overman, che ha creato l’Angostura Colada per la notte tiki di Fort Defiance, include una mezza oncia di rum overproof nel suo riff sulla Piña Colada.

Poi ci sono quelle bevande che offrono la misura standard dello spirito di base e semplicemente lo sostengono con una dose di bitter abbondante e non ortodossa. L’ode di Josie Packard al Trinidad Sour, il mezcal-driven Johann Goes in Messico, vede un’incredibile mezza oncia di Angostura aggiunta a una base di mezcal, mentre Don Lee mescola esattamente 14 dash di Angostura nel suo Gin Sawyer: un aromatico, bitters-soaked twist sul Gimlet.

Queste bevande non sono delicate. Ma non si può negare che sono la prova che Angostura può andare ben oltre il dash.

Angostura Sour

1 1/2 once Angostura
3/4 once di succo di lime
1 once di sciroppo semplice (1: 1, zucchero: acqua)
1 once albume d’uovo

Metodo shaker

Bicchiere coupe o coppetta cocktail

Trinidad Sour

1 1/2 once mezcal
1/2 once succo di limone
1/2 once Angostura
1/2 once demerara sciroppo

Metodo mixing glass

Bicchiere coupe o coppetta cocktail

Angostura Colada

1 1/2 once di bitter Angostura
1/2 oncia rum, overproof
2 once di succo d’ananas
1 1/2 once di crema di cocco
1 oncia di succo di lime

Decorazione: fetta d’arancia, foglie di ananas e noce moscata appena grattugiata

Metodo shaker

Andrea Marangio

Consulente, cocktail designer e menù, promotore. Whatsapp: 3480046467 Email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

East London Liquor Company,  il London Dry che sta facendo impazzire Londra

East London Liquor Company riporta dopo oltre un secolo la produzione di Gin nell’East…

By

Dolcificanti artificiali: quali sono e dove li troviamo?

Oggi cercheremo di spiegare l’altra faccia della medaglia dei dolcificanti, quelli artificiali. I dolcificanti…

By

Intervista a Carmelo Buda di Oliva.Co Cocktail Society

Intervista a Carmelo Buda, proprietario e bartender di Oliva.Co Cocktail Society, il Cocktail Bar…

By

Nasce Argintum 925, il Gin dell’Argentario

Argintum 925, il primo “Maritime” Dry Gin Italiano,  un gin per assaporare l’estate tutto…

By

Alessio Giovannesi: La Poderosa cocktail

Ecco a voi un drink di Alessio Giovannesi, nuovo bar manager di Baccano, cocktail…

By

Mattia Corunto: Cheer Me Up

Il barman Mattia Corunto Consulente beverage Nome ricetta Cheer Me Up Storia cocktail –…

By

This website uses cookies.