Categories: Miscelazione Storia dei cocktails

I sour

Cosa rende un cocktail un sours? Molti dei cocktail che condividiamo qui sono variazioni sottili su un tema. Quel tema…

Luglio 13, 2018 11:08 pm

Cosa rende un cocktail un sours?

Molti dei cocktail che condividiamo qui sono variazioni sottili su un tema. Quel tema ha un nome: I Sour.

Ignora, per ora, bevande con “sour” nel nome come Il Whisky Sour o Il Pisco Sour. Mentre queste bevande sono di fatto a favore, non tutti i sour si annunciano così chiaramente.

Per capire questa famiglia di cocktails semplice ed elegante, tutto quello che devi capire è la composizione degli ingredienti.

Ricorda la regola delle “tre s”

Un sour contiene sempre:

Strong: liquore o distillato di base, vodka, gin, bourbon, rum. Qualsiasi spirito.

Sour: succo di limone o lime, sempre appena spremuto, senza eccezioni.

Sweet: sciroppo semplice, un liquore dolce come Cointreau o St. Germaine, sciroppo d’acero, miele, lo sciroppo di pesche in scatola – hai capito l’idea.

Non piu. Non di meno.

Inoltre c’è un’altra S per quanto riguarda la preparazione in quanto devono essere sempre preparati con lo Shaker

A volte di più. Occasionalmente l’albume viene aggiunto alla bevanda per levigarlo e aggiungere un diverso sapore alla bocca.

Ma la spina dorsale rimane sempre le tre S – Strong, Sour e Sweet.

rapporto ed equilibrio

Un cocktail aspro ben fatto sarà sempre bilanciato – il calore del liquore moderato dagli ingredienti agrodolci. Nessun gusto dovrebbe sopraffare gli altri.

Un rapporto standard spesso usato per i cocktail aspri è 1 parte dolce a 2 parti aspro a 4 parti di base alcolica. Questo sarebbe un liquore base da 2 once 1 oz di succo di limone o lime 1/2 oz componente dolce.
1: 2: 4 è una grande base di riferimento.

Mentre la maggior parte dei sours che scuotiamo finiscono in un bicchiere da cocktail (martini) o in un bicchiere coupé, i sours non sono definiti dai loro bicchieri ma dai loro ingrediente. Possono essere serviti on the rocks, senza ghiaccio o anche blended (in questo ultimo caso appartengono anche alla famiglia dei Frozen).

Alcuni esempi di cocktail sour di cui hai sicuramente sentito parlare:

Il sidecar
Il Whisky Sour
La margarita
Daiquiri

Andrea Marangio

Bar Manager – Supervisor Bartender – Hotels & Resorts - Classic International Cocktails and Signatures. I work with liquor companies, private and corporate groups to create custom cocktails and menus. marangio1974@gmail.com

Recent Posts

Come dare un nome al tuo cocktail

È la bevanda perfetta. Hai riversato il tuo cuore e la tua anima nella…

By

Tre domande a Roberta Martino co-fondatrice di ShakHer

Intervista esclusiva per BarmanItalia alla barlady Roberta Martino Raccontaci la tua carriera fino ad…

By

White Negroni

White Negroni Serve in old fashioned Ingredienti e quantità: 3 cl Gin 3 cl…

By

Negroni- 100 anni di vita del dell’iconico cocktail

La Negroni Week 2019 si svolgerà dal 24 al 30 giugno 2019 e celebra…

By

La vita dei Barman a fumetti: Il Moscow Mule

Ci sono situazioni in cui ogni barman si è trovato,  tra clienti esigenti o…

By

La cocktail list del Fusion Bar by Sacha Mecocci

Una vita dietro al bancone da bar, ma ancora tanta, tantissima voglia di stupire,…

By