Categories: Merceologia

Guida essenziale: Rum della Giamaica

Storicamente, le Barbados sono considerate la culla del rum, ma l'isola della Giamaica ha il merito di aver perfezionato il…

Gennaio 12, 2020 10:43 am

Storicamente, le Barbados sono considerate la culla del rum, ma l’isola della Giamaica ha il merito di aver perfezionato il processo di produzione del rum e di aver inserito il rum sulla mappa a livello globale. Quando si tratta di rum, la Giamaica ha standard rigorosi per la produzione di alta qualità – se non la migliore al mondo, che non si può dire per altri rum provenienti da molti altri luoghi.

La storia del rum giamaicano

Per fare il rum hai bisogno di canna di zucchero, che fu introdotta in Giamaica nel 1494 da Cristoforo Colombo, che la trasportò dalle Isole Canarie. Quando gli inglesi presero il dominio della Giamaica nel 1655, portarono con sé una conoscenza pratica della fabbricazione e della distillazione del rum dalle Barbados. In Giamaica, sono stati in grado di perfezionare il processo e far crescere il commercio, e l’industria del rum, in gran parte a causa del ruolo svolto dagli schiavi nella sua produzione.

Gli schiavi sono i padrini del business del rum e lo hanno mantenuto in vita. Quando il sentimento anti-schiavitù divenne reale e la schiavitù alla fine fu abolita negli anni ’30 del XIX secolo (in Giamaica), ebbe davvero un impatto sul rum, perché gli schiavi erano le persone che erano realmente dietro la fabbricazione del rum.

La forza del movimento anti-schiavitù, così come la guerra tra Gran Bretagna e Francia, portarono a un massiccio declino della produzione di rum in Giamaica alla fine del 1800. Nel 1893, c’erano circa 148 distillerie di rum situate in tutta l’isola. Nel 1948, quel numero si era ridotto drasticamente a 25. Oggi, solo quattro distillerie operano in Giamaica: Hampden Estate, Appleton Estate, Worthy Park Estate e National Rums of Jamaica. Ma la quantità del rum prodotta è cresciuta, così come la varietà; La Giamaica fa abbastanza spirito per riempire 20 piscine olimpioniche ogni anno ed è venduto in oltre 70 paesi in tutto il mondo.

Ciò che rende unico il rum giamaicano

Il rum giamaicano, è considerato corposo, è melassa fermentata in grandi botti chiamate “puncheon” e distillata in alambicchi pot stills, una pratica che risale al 17° secolo. I rum corposi si basano sulla fermentazione naturale, o quella che viene definita “wild”, che conferisce loro un sapore distinto.

“Il famoso ‘funk giamaicano’ è stato popolare per secoli e trasuda frutta tropicale, legno, gomma, fumo, spezie, caramello e melassa, perfetto per miscelare, punch e cocktail. I rum Giamaicani sono anche naturalmente dolci, poiché è illegale aggiungere zucchero ai rum della Giamaica.

Il rum giamaicano è anche speciale a causa del calcare dell’isola, una roccia sedimentaria ricca di minerali carica di carbonato di calcio.

La Giamaica è la cornice ideale per coltivare la canna da zucchero. Viene da quello che chiamiamo limestone water, che è anche un requisito del rum giamaicano e del rum Appleton Estate, che in qualche modo ammorbidisce il prodotto finale e lo rende un po’ più dolce

Esistono altre qualità che definiscono il rum giamaicano, al di fuori della melassa e dell’acqua calcarea: è prodotto con lievito naturale, privo di OGM; è invecchiato in botti di rovere; e in nessun momento del processo vengono aggiunti zucchero o aromi artificiali. Quando viene aggiunto un flavor, come nel caso del rum al cocco, viene chiamato “Flavored Rum” sulla bottiglia e il sapore del cocco è tutto naturale.

Quanto pagare per il rum giamaicano

Il prestigio del paese di origine, il numero di anni in cui un rum è invecchiato e la disponibilità di un rum particolare giocano tutti un ruolo nel prezzo, e la Giamaica detiene il primato di produrre il rum più costoso del mondo. Una bottiglia di rum Wray e Nephew del 1949 può essere tua per soli 54mila dollari. Se ti stai chiedendo quanto ti costerà una buona bottiglia premium di rum giamaicano che non sia un’edizione limitata o una bottiglia molto invecchiata, Edward Hamilton, autore di numerosi libri sul rum, dice che rispetto ad altri rum, “Real Jamaican rum sono generalmente di buon valore “. Aspettatevi di pagare da 24 a 60 euro al dettaglio per un rum minimamente invecchiato.

Come bere il rum giamaicano

In che modo un intenditore di rum preferisce bere il rum giamaicano? Semplice: con il minimo possibile. (Ciò include il minor numero possibile di coca cola.) Burrell, a cui è attribuita la creazione del U.K. RumFest, il primo festival internazionale di rum al mondo, pensa che quando si provano i Jamaican rums per la prima volta, è meglio berlo pulito. “Dico sempre che la tua prima esperienza di rum dovrebbe essere ordinata. Quindi puoi davvero assaggiarlo e apprezzarne il sapore ”

I migliori rum giamaicani da bere

Se stai cercando alcuni rum giamaicani da provare per l’amor della varietà, vi offriamo i nostri primi cinque.

Wray & Nephew White Overproof Rum di Appleton Estate

Al 63% ABV, questo è il re dei rum. Unaged, non adulterato e indomito, è il rum nazionale della Giamaica, affettuosamente noto come Zio Wray.

Rum-Bar White Overproof Rum from Worthy Park Estate

Se i rum overproof sono troppo forti per te ma il 40% ABV non ha abbastanza sapore, allora questo è il rum perfetto. Al naso ha un forte odore di rum bianco giamaicano, ma al palato è leggero, fruttato e gustoso.

Hampden Estate Pure Single Rum 46% ABV

Il rum più gustoso e versatile del leggendario Hampden Estate a Trelawney, in Giamaica, questo rum è una collaborazione tra il famoso distributore di rum Velier e la Hampden Distillery. Questo è il tipo di rum che ti urla contro il funk giamaicano.

Appleton Estate 12 Year Old Rare Blend

Pound for pound, questo è uno dei migliori rum del mondo. Invecchiato in Tropically aged per un minimo di 12 anni, questo rum fa di tutto. Puoi sorseggiarlo pulito, sul ghiaccio o in un cocktail.

Worthy Park Sherry Cask 57% ABV

Questa bottiglia viene fatta maturare in botti ex bourbon per quattro anni prima di essere rifinita in una combinazione di botti di sherry PX e Oloroso. I rum giamaicani non sono spesso maturati in botti di vino, ma la finitura sherry non solo aggiunge al colore, ma aggiunge anche un sacco di frutta scura e spezie alla finitura.

Andrea Marangio

Consulente, cocktail designer e menù, promotore. Whatsapp: 3480046467 Email: marangio1974@gmail.com

Recent Posts

East London Liquor Company,  il London Dry che sta facendo impazzire Londra

East London Liquor Company riporta dopo oltre un secolo la produzione di Gin nell’East…

By

Dolcificanti artificiali: quali sono e dove li troviamo?

Oggi cercheremo di spiegare l’altra faccia della medaglia dei dolcificanti, quelli artificiali. I dolcificanti…

By

Intervista a Carmelo Buda di Oliva.Co Cocktail Society

Intervista a Carmelo Buda, proprietario e bartender di Oliva.Co Cocktail Society, il Cocktail Bar…

By

Nasce Argintum 925, il Gin dell’Argentario

Argintum 925, il primo “Maritime” Dry Gin Italiano,  un gin per assaporare l’estate tutto…

By

Alessio Giovannesi: La Poderosa cocktail

Ecco a voi un drink di Alessio Giovannesi, nuovo bar manager di Baccano, cocktail…

By

Mattia Corunto: Cheer Me Up

Il barman Mattia Corunto Consulente beverage Nome ricetta Cheer Me Up Storia cocktail –…

By

This website uses cookies.